Contratti Enel Energia: il ripensamento quando esercitarlo e come

Il graduale passaggio dal sistema tutelato alla liberalizzazione del mercato dell’energia sta per volgere al termine secondo un cronoprogramma stabilito dall’Autorità e più volte oggetto di proroghe.

Al termine del passaggio i consumatori dovranno scegliere, se  non l’hanno già fatto durante il periodo della transizione, il fornitore di energia che opera sul mercato libero.

Enel Energia, controllata da Enel, svolge la sua attività in tale mercato e propone un’offerta distinta in tre settori:
Elettricità, Gas e Dual che sta ad indicare contratti congiunti che permettono l’erogazione di luce e gas sottoscrivendo un unico contratto di fornitura.

Contratti ai quali si applica il ripensamento

La normativa che regola il diritto al ripensamento è contenuta nel D.Lgs. 206/2005 denominato “codice del consumo” e nel D.Lgs. n. 21/2014 che ha modificato alcune norme.

Le disposizioni, lo rammentiamo, si applicano ai contratti in generale stipulati fuori dai locali commerciali del fornitore dei servizi e destinati ad attivare i servizi alle utenze domestiche.

I consumatori entro 14 gg. dalla conclusione del contratto possono ravvedersi e ritornare sui propri passi  esercitando il diritto al ripensamento senza sostenere alcun costo relativo al distacco salvo eventuali spese relative ai consumi effettuati nel periodo di attivazione, a condizione che i contratti siano stati stipulati in una delle seguenti modalità:

  • per telefono;
  • sul sito web;
  • tramite un rappresentante a domicilio;
  • presso le postazioni mobili situati nei centri commerciali.

 

Modalità di esercizio del diritto al ripensamento

Il diritto al ripensamento del contratto di Enel Energia  può esercitarsi tramite lettera che si può scaricare dal link presente, oppure attraverso una telefonata registrata, analogamente come previsto per la stipula del contratto, al numero verde:

Enel Energia 800 900 860.

I dati richiesti per il diritto al ripensamento sono:

Cognome, nome e codice fiscale dell’intestatario del contratto,

numero del contratto stipulato e il codice pod per la fornitura di energia o PDR per gas.

Se il ripensamento è esercitato per mezzo del modello scritto, questo deve essere inoltrato allegando la fotocopia di un documento di identità ad uno dei seguenti contatti messi a disposizione dall’Azienda:

  • Email: allegati.enelenergia@enel.com;
  • Fax: 800 046 311;
  • Posta: Enel Energia S.p.A. C.P. 8080 – 85100 Potenza (PZ).

 

Quale è la tua opinione in merito?

Lascia un commento

Login/Register access is temporary disabled