Come richiedere un indennizzo a Wind Infostrada

 
Condividi

  logo-fastwebCasa     25,95 euro
solo per pochi giorni!!
offerta limitata! verifica la disponibilità

 logo-vodafone  Internet unlimited 
a   27,99 euro al mese
vai all'offerta

La lettera di indennizzo ad Wind Infostrada si compila con le stesse modalità viste per l’indennizzo degli altri operatori di tlc quando non sono stati rispettati i termini di riparazione del guasto e nelle situazioni di un disservizio previsto dalla Delibera n.73/11/CONS.

Per redigere la lettera completa degli importi calcolati al tipo di guasto e alla durata dello stesso il portale trovatariffe mette a disposizione la compilazione on line dei modelli rispondendo ad un breve questionario.
A seguito del buon esito dell’invio delle risposte si può scaricare la lettera da mandare all’operatore tramite fax o raccomandata, completa dei dati identificativi dell’utente e degli importi calcolati in base alla Delibera sopra citata che si applica in sede di definizione della controversia.

E’ da precisare che in questa fase l’operatore può disattendere tali importi e fare riferimento a quelli previsti nel contratto e nella carta dei servizi parte integrante delle condizioni di abbonamento.

Chi volesse scrivere la lettera di proprio pugno i consigli validi attengono alla forma della lettera che deve seguire uno schema suddiviso in tre parti intestazione, oggetto e formulazione della richiesta e al contenuto che deve utilizzare un linguaggio conciso, sintetico e chiaro.

Nel dettaglio i punti più importanti:
il recapito dell’operatore da inserire nell’intestazione della lettera è

Wind Telecomunicazioni SPA
C.P. 14155
Ufficio Postale Milano 65
20152 Milano

identico sia per le utenze residenziali che per le utenze con partita iva;

indicare nell’oggetto l’utenza telefonica dell’intestatario della linea, il codice cliente che è rintracciabile sulla fattura e la dicitura “richiesta di indennizzo“;

specificare nella richiesta i fatti relativi al guasto, quando si è verificato, il giorno della sua segnalazione all’operatore e il tempo trascorso per la riparazione.
Nella conclusione si chiede l’indennizzo calcolato facendo riferimento alla carta dei servizi che regola gli importi per ogni tipo di guasto e alla normativa di settore, la Delibera n. 73/11/CONS.

La risposta dell’operatore che non soddisfa le pretese del cliente o la mancata risposta possono essere impugnati davanti alla sede del Co.Re.Com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *