Rimborso delle bollette a 28 giorni: vittoria dei consumatori

E’ giunta alla conclusione la discussa questione sui ricorsi contro i rimborsi delle bollette a 28 giorni.

Il Consiglio di Stato nella recente decisione presa a inizio luglio ha respinto il ricorso di Fastweb, Wind 3 e Vodafone di abolire i rimborsi stabiliti dall’ Agcom.
La questione, rammentiamo, risale a poco più di due anni fa, quando gli Operatori avevano introdotto una modifica contrattuale riducendo il periodo di fatturazione da 30 a 28 giorni pur lasciando le stesse condizioni economiche.

La modifica veniva sanzionata dall’Autorità la quale ravvisava un metodo ingannevole di aumentare i costi delle tariffe in quanto i consumatori non avevano la percezione della spesa aggiuntiva, stimata nell’8% in più, che dovevano affrontare.
Dall’altro lato le Compagnie telefoniche rivendicavano come loro diritto di fare impresa le modifiche ai piani tariffari i quali venivano portati a conoscenza dei consumatori secondo le previsioni normative.
Si è venuto a creare così un braccio di ferro tra le associazioni dei consumatori che volevano fossero applicate le decisioni dell’Agcom e gli Operatori che si sono opposti appellandosi alla giustizia amministrativa.

Le decisioni dei giudici amministrativi hanno dato ragione all’Agcom sia sul ripristino della tariffazione a 30 giorni che sull’obbligo dei rimborsi.

Proprio sulle misure da adottare per rimborsare gli utenti si sposta l’attenzione degli Operatori.

Il rimborso tradizionale infatti dovrebbe essere basato sui giorni che sono stati sottratti ai consumatori, 2 giorni al mese per 1 anno, da computare come sconto sul canone mensile.

Alcuni Operatori hanno optato per altre forme di rimborso basate su offerte quali volume di traffico dati o sconti sull’acquisto di prodotti.

Sul punto si è espresso anche l’Agcom che ha stabilito la “possibilità per gli Operatori di proporre ai singoli interessati soluzioni di compensazione alternative, satisfattive del diritto di ristoro.”

Saranno quindi gli utenti a scegliere tra le diverse forme di rimborso offerte dagli Operatori.

Quale è la tua opinione in merito?

Lascia un commento

Login/Register access is temporary disabled