Modulo “D” per segnalare i disservizi dell’Operatore all’Agcom

logo-agcom

bonus Super Fibra     12,31  euro
al mese per 12 mesi!!
vai all'offerta

 logo-vodafone  Internet unlimited 
a   19,90 euro al mese per 24 mesi
vai all'offerta

 

Un nuovo modello per segnalare guasti e disservizi con l’Operatore è stato predisposto dall’Agcom. A differenza degli altri formulari da presentare ai Corecom regionali, il nuovo reclamo non apre un contenzioso nei confronti del fornitore del servizio e non può essere utilizzato per il tentativo obbligatorio di conciliazione in materia di telecomunicazioni.

Quando presentare il modello “D”:
violazione delle norme di settore da parte degli operatori di comunicazione elettroniche e di televisione a pagamento es. attivazione di un servizio non richiesto, passaggio non richiesto ad altro operatore di rete fissa, mancata portabilità del numero, disservizi inerenti alle modalità di gestione dei reclami e al recesso, scarsa qualità della connessione adsl, illegittima sospensione del servizio.

Come compilarlo
:
Il modello in formato pdf una volta scaricato dalla sezione Telefonia, internet e pay tv, sotto la voce presenta una denuncia all’Autoritàdal sito dell’Autorità, dovrà essere compilato utilizzando Adobe Reader nella versione 9.0 o successiva.

Attraverso il modulo è possibile allegare documenti aggiuntivi che si riterrà opportuno inserire per una migliore comprensione della pratica e dovrà essere inviato solo il modello D all’indirizzo denunce_ugsv@cert.agcom.it allegando un documento di identità nell’ipotesi che non si utilizzasse la casella di posta certificata.

I fatti denunciati dal cliente potranno essere oggetto di procedimenti amministrativi da parte dell’Agcom o essere trasmessi per competenza ad altre Autorità.

Il modulo D ha una funzione essenzialmente informativa e permette all’Agcom di monitorare il comportamento degli Operatori attraverso le istanze dei clienti i quali prima di rivolgere la segnalazione all’Autorità devono aver inoltrato una reclamo al rispettivo Gestore.

123 commenti su “Modulo “D” per segnalare i disservizi dell’Operatore all’Agcom”

  1. Buonasera, noi siamo con WIT ITALIA dopo ormai un anno di disservizio e segnalazione della ADSL lenta che si interrompe continuamente, nei test ADSL fatti la linea non va più di 2 mega e noi paghiamo per 10mega. dopo mesi di segnalazioni ci viene sempre detto che per loro va bene la linea che non ci sono problemi, lo stesso succede nel resto del paese e loro continuano a chiedere bollette e dire che va tutto bene, a chi ci dobbiamo rivolgere per fare un controllo in questa società che a quanto pare qualcosa non va?

    1. staff trovatariffe

      Gentile Sig.ra Maria.

      a seguito di un reclamo del cliente sul funzionamento della linea spetta all’Operatore dimostrare che non ci sono guasti.
      Se l’operatore non ritiene fondato il reclamo sulla velocità della connessione può ricorrere allo strumento dell’Autorità ne.me.sys che le permette di certificare i valori di connessione da inoltrare all’Operatore che ha 30 gg. di tempo entro il quale regolarizzare il servizio.
      Inoltre ha diritto ad un indennizzo per il periodo di rallentamento.

      Se l’operatore non ritiene fondato il reclamo sulle interruzioni della linea potrebbe provare ad una mediazione tramite conciliaweb al fine di vedersi riconosciuto un indennizzo per i malfunzionamenti. Occorre che le anomalie tecniche siano addebitabili all’Operatore e tali da pregiudicare il corretto funzionamento del servizio.
      Dato che il malfunzionamento è generalizzato ad una comunità dovrebbe dare maggior forza alla sua richiesta.

      La procedura si svolge on line sulla piattaforma conciliaweb ed è gratuita.
      Il ricorso può essere presentato anche tramite terzi rappresentanti tra cui le proponiamo il servizio rimborsoadsl.it che offre gratuitamente tale servizio

      Per altre informazioni ci contatti
      Staff Trovatariffe

  2. Buonasera,
    nel mese di agosto 2020 ho fatto migrazione a da Wind verso TIM.
    Prima di procedere ho scritto a Wind informando il gestore che avrei restituito il modem e la SIM (mai usata) dati che mi avevano fornito e che avvalendomi della delibera AGCOM 348/18/cons non avrei pagato le restanti rate del modem stesso.
    Ovviamente Wind mi ha inviato una fattura per le restanti rate del modem ed ora, nonostante diverse PEC con le quali chiedevo la disattivazione, mi sta anche fatturando il canone della SIM.
    Ho già fatto due denunce all’AGCOM in merito ad entrambe le situazioni.
    Potete darmi un Vostro parere in merito e dirmi, se possibile, se esiste un modo per verificare lo stato delle mie denunce?
    Grazie

    1. staff trovatariffe

      Gentile Emanuele,
      le segnalazioni all’Agcom con il modello D hanno una funzione informativa, come è indicato nell’articolo, ma non possono avviare il procedimento di risoluzione della controversia tra Operatore e Cliente. A ciò è deputato il procedimento al co.re.com. che si effettua per via telematica sulla piattaforma on line conciliaweb . Se vuole una consulenza nella presentazione del ricorso può avvalersi del servizio gratuito offerto dal sito rimborsoadsl.it

      Per altre informazioni contattaci
      Staff Trovatariffe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *