Domande più ricorrenti

  logo-fastwebCasa     25,95 euro
solo per pochi giorni!!
offerta limitata! verifica la disponibilità

 logo-vodafone  Internet unlimited 
a   27,99 euro al mese
vai all'offerta

Abbiamo raggruppato in un unica pagina le domande piu’ ricorrenti nei post sulla fibra e adsl al fine di facilitare la consultazione dei diversi argomenti.

1. Fastweb e costi di disattivazione
2. Termine per recedere senza pagare penali
3. Indirizzo infostrada a cui inviare la raccomandata di recesso
4. Contratto solo adsl
5. Variazione contrattuale dell’abbonamento di alice
6. Quale linea scegliere tra Telecom e Vodafone
7. Servizio bitstream
8. Tempo di attivazione Infostrada
9. Solo linea telefonica per Tiscali
10. Recedere da Tiscali
11. Vodafone adsl
12. Chiavetta internet raggiunto limite di navigazione
13. Costo di 3 min di conversazioni verso cellulari con Fastweb
14. Restituzione del modem a noleggio
15. Addebito telefonate mai fatte
Domanda A. scrive

Fastweb mi ha addebitato una penale di 100 € dopo aver recesso dal contratto e mi ha avvisato tramite sms di restituire gli apparati a noleggio presso un centro Fastweb. Purtroppo il telefono era guasto e non ho potuto consegnarlo perché mi era stato detto precedentemente per telefono che a loro non interessava più. Adesso Fastweb pretende oltre la penale per la disattivazione anche la penale per mancata restituzione degli apparecchi come mi devo comportare?

Risposta
Fastweb applica un costo per il recesso dal contratto di importo variabile da 41€ a 96€ in base alla tipologia di collegamento e al Gestore. Ciò viene considerato nel contratto un costo di ristoro sostenuto da Fastweb nel momento dell’attivazione.

La restituzione degli apparati dati a noleggio o in comodato d’uso è disciplinata dalla carta dei servizi e nel tuo caso l’operatrice Fastweb ha sbagliato a dirti di cestinare il cordless che si era guastato perchè anche trascorsi i 30 giorni dalla disattivazione gli apparecchi devono essere restituiti non presso un punto vendita ma per posta all’indirizzo fissato nel punto 3.5 della carta dei servizi: RPierre Digital c/o Coop Solidarietà e Lavoro Via Piave 178 cap 21057 – Olgiate Olona (VA).
Sempre nella Carta dei Servizi si dispone che nel caso in cui non si restituiscono gli apparecchi in comodato d’uso nel termine di 30 giorni si aggiunge una penale che può arrivare fino ad un massimo di 110 Euro.

Per cui se la bolletta è scaduta dovresti pagare ciò che ti chiede Fastweb anche perchè si mette in moto la procedura delle riscossione tramite società di recupero crediti.
Lo sbaglio dell’operatrice che ti ha indotto a non restituire il cordless potrebbe darti la possibilità di tentare una contestazione sulla penale oppure avanzare la pretesa della restituzione del deposito cauzionale che sarebbe a rischio se non restituisci gli apparecchi in comodato, nonostante il cordless fosse guasto e le norma richiede la restituzione perfettamente integra degli appareccchi.
In conclusione puoi fai ricorso al Corecom della tua Regione oppure tentare la conciliazione paritetica dal sito di Fastweb (hanno entrambi 30 giorni di tempo per attivarsi) per chiedere la restituzione del deposito cauzionale che è restituito decorsi 60 giorni dalla cessazione del contratto, in quanto il cordless non è stato restituito su indicazione di un impiegata della Fastweb.
Domanda V. scrive:

Un mio familiare è stato contatto da un call center ed ha aderito ad un offerta Absolute adsl, prima ero con la Teletu. Solo che valutando meglio l’offerta volevamo recedere dal contratto per non pagare i costi di disattivazione. Quanto tempo ho per disdire il contratto senza pagare la penale?

Risposta
ll termine per recedere dal contratto concluso fuori dai locali commerciali senza pagare la penale è di 10 giorni e il cliente ha diritto alla restituzione di quanto anticipato.
La fonte normativa dove puoi verificare quanto detto è il Decreto Legislativo n. 206 del 2005 del Codice del Consumo che regolamenta il recesso e il suo esercizio per i contratti e per le proposte contrattuali a distanza ovvero negoziati fuori dai locali commerciali.

Lo schema della domanda per recedere dal contratto lo puoi scaricare dalla pagina dei modelli e tutte le informazioni al riguardo puoi reperirle qui www.trovatariffe/recedere-dal-contratto
barra.png

Domanda R. scrive

nn so come disdire il contratto con Infostrada tutte le volte che telefono mi mandano a giro per i suoi operatori senza riuscire a concludere niente……. che devo fare?
siccome nn ho un buon segnale i video sono lenti ecc,ecc volevo disdire il contr.. datemi un consiglio voi!

Risposta
Puoi consultare qui il link dove trovi l’indirizzo per
recedere dal contratto
oppure puoi compilare il modello di disdetta on line
Domanda P. scrive

Siccome non ho mai fatto abbonamenti con nessuna compagnia, vorrei fare un contratto solo per l’adsl (quindi niente telefono). Un contratto che non ponga limiti di tempo o volume mensili (come ad esempio la Vodafon Station), ma che sia illimitato. Esiste questa possibilità? Magari con servizi wi-fi di qualche operatore non molto conosciuto?

Risposta
Occorre premettere che il numero di offerte adsl senza linea voce sono inferiori rispetto a quelle adsl con fonia e le prime sono previste soprattutto nei piani tariffari degli Operatori cosiddetti minori.

A parte Vodafone che hai escluso perchè pone delle limitazioni c’è Fastweb che con l’offerta joy offre la tariffa con il costo più basso sul mercato e una chiavetta internet inclusa.

Le altre tariffe adsl-dati sono offerte solo da Operatori che sono meno conosciuti ma che hanno clienti di tutto rispetto: come ehiweb che ha all’attivo contratti con l’università di Bologna e alcuni comuni.
Altri Operatori che offrono la linea dati senza linea voce sono Aruba, Siportal, Ngi ecc.
Molte di queste sono modulabili con diverse opzioni tipo velocità di download e upload, la banda minima garantita e la durata contattuale.
Occorre poi vedere se la tua zona ha la copertura del segnale da parte dei suddetti Operatori altrimenti dovresti attivare un collegamento hyperlan.

Domanda S. scrive

Al momento della mia attivazione Alice tutto senza limti costava 45 euro al mese ora ne costa 46 euro al mese?
dalla prossima bolletta pagherò €46 al mese o a me rimarrà €45 al mese ?
grazie

Risposta
Pagherai in base alle condizioni contrattuali esistenti al momento della stipula.
Quando ci sono degli aumenti la compagnia avverte il cliente se vuole recedere dal contratto oppure accettare le nuove condizioni contrattuali. Per cui se Telecom non ti ha avvisato tu continui a pagare il costo prefissato.
Domanda F. scrive

Linea adsl Telecom o Vodafone?

Risposta
L’adsl di Vodafone non è paragonabile a quella di Alice per le restrizioni che applica la prima come la limitazione di banda quando si supera il traffico in download mensile di 10 GB.
Puoi fare una simulazione dei consumi compilando il questionario accessibile dalla home page del sito ed avrai una comparazione delle tariffe, comprese le caratteristiche contrattuali, di 14 operatori di tlc.

Domanda A. scrive

salve vorrei fare l’abbonamento a Tiscali, nell’adesione prima dice che c’è la rete Tiscali, poi mi dice che il servizio mi verra fornito in Bitstream?(zona Isola Bergamasca)
Cosa vuol dire?
E ragionevole pensare che avrò disservizi?
..Stò scappando dalla famigerata TELE2 /TELETU,non vorrei finire dalla padella alla brace….
grazie.

Risposta
Bitstream significa che l’ultimo miglio cioè quello che collega il doppino di casa fino alla Centrale è gestito totalmente dalla Telecom, il collegamento in centrale invece avviene agli apparati di Tiscali.
In pratica non ci sono problemi e sicuramente rispetto a Teletu hai una adsl molto più veloce.
Domanda B. scrive

salve a tutti, vorrei sapere quanto tempo dovrei attendere dal momento in cui firmo il contratto con Infostrada per avere la sua linea e adsl .. . . quanto tempo dovrò aspettare dalla firma del contratto alla ricezione adsl ??? …. ( pura curiosità)….

Risposta
Infostrada te lo comunica nel momento in cui è stato registrato l’ordine dall’operatore il periodo entro cui il servizio è realmente disponibile.
Comunque il 95 % delle attivazioni avvengono entro 30 giorni solari come documentato nella carta dei servizi.
Puoi anche stipulare il contratto on line così eviti di fare una regitrazione vocale.
Domanda F.scrive

Ho già la linea adsl Tiscali, mi serve solo la linea telefonica.

Risposta
Se hai l’adsl con Tiscali in ull non puoi aderire ad altri piani tariffari voce di altri Operatori.
Il servizio fornito in ULL è incompatibile con i servizi di selezione dell’operatore (carrier selection) e preselezione dell’operatore (carrier pre-selection) e con i servizi di connessione internet tramite modem tradizionale (dial-up) e modem ADSL forniti da operatori diversi da quello prescelto. Questo perché la normativa vigente ha lasciato la facoltà di poter attivare un servizio in CS o in CPS solo all’operatore Telecom Italia in quanto ex Monopolista.
Domanda M. scrive

voglio recedere dal contratto tiscali, ma non posso usufruire della migrazione a costo + basso, perchè non avevo un precedente contratto con telecom, quindi vorresi sapere, se qualcuno puo’ aiutarmi, se devo pagare x intero il recesso, più di 100€, o se attendendo la scadenza del contratto posso pagare meno… in questo caso, dove trovo la data di scadenza del contratto?
grazieeee

Risposta
In base a quanto scritto sul sito di Tiscali nel caso di richiesta di risoluzione del contratto entro i 24 mesi dalla sottoscrizione, si pagano gli importi stabiliti in relazione ai codici di tecnologia il cui importo massimo è di € 86,40 compresa iva.
Il contratto Tiscali adsl ha una durata minima di 24 mesi dalla data di attivazione del servizio e si intende tacitamente rinnovato di anno in anno almeno che non recedi prima del rinnovo automatico.
A seguito dellla risoluzione dopo i 24 mesi non dovresti pagare gli importi stabiliti per potere migrare presso un altro Operatore.
Su questo punto ci sono diverse opinioni contrastanti perchè alcuni sostengono che non si dovrebbero pagare neanche prima della scadenza contrattuale i costi di disattivazione ma solo i costi per la cessazione della linea sulla base del Decreto Bersani.
Purtroppo sembra che gli Operatori la pensino diversamente.
Domanda C. scrive

Ho la linea telefonica e l’ADSL con la Telecom, vorrei passare a Vodafone per risparmiare, e già che ci sono anche eliminare il telefono fisso pur mantenendo la linea per ADSL. È possibile? Quale offerta devo sottoscrivere?

Risposta
Con Vodafone è possibile sottoscrivere una tariffa adsl dati senza linea telefonica al costo di € 29,00 e usufruisci della promozione pagando la metà per 6 mesi.
Non c’è un gran risparmio sulle adsl di questo tipo nonostante non prevedano il traffico voce perchè la Telecom impone un costo aggiuntivo agli Operatori che si rifanno naturalmente sul costo delle tariffe.
Inoltre ti informo che l’adsl Vodafone applica delle limitazioni di traffico in base alla congestione della rete e nel caso superi un totale di 10 Gb di traffico in download mensile.
Domanda C. scrive

Salve a tutti! Ho da poco attivato a casa vodafone flat…
Oggi, navigando con la mia chiavetta (inclusa nell’offerta), mi è comparso un messaggio “raggiunto limite di navigazione”..
-Allora mi è sorto un dubio, io il traffico che faccio con la chiavetta, lo pago o è incluso nell’ offerta flat???
-Cosa vuol dire “raggiunto limite di navigazione”???

Risposta
Con le tariffe flat di Vodafone hai incluso con la chiavetta internet un plafond di 30 ore di navigazione gratuite al mese oltre le quali paghi a consumo €2 all’ora.

Per cui il messaggio che ti è arrivato ti avverte che hai consumato le ore di navigazione gratuite, appunto le 30 ore e ti sarà applicata automaticamente la tariffa a consumo fino alla scadenza del mese quando ti verranno riaccreditate le trenta ore.

La Vodafone ha adottato questo sistema di avviso su disposizione dell’Agcom, come scritto nell’articolo su chiavette Internet, che ha introdotto l’obbligo a carico degli Operatori di informare i propri clienti tramite sms o email del raggiungimento del tetto di spesa, del credito residuo, ecc.
Una forma di tutela del cliente che si è resa necessaria per evitare possibili addebiti inconsapevoli causati da un traffico fuori controllo.
Infatti qualora il cliente non abbia dato, anticipatamente e per iscritto, indicazioni diverse, superato il plafond scatterà lo stop alla connessione.
Domanda D. scrive

Mi sapete dire quanto costa con Fastweb 3 min di conversazione da fisso a cellulare?
Grazie mille

Risposta
Per 3 minuti di conversazione da telefono fisso a cellulare si pagano 77 centesimi.

Se avessi avuto altri Operatori avresti speso qualcosina in meno:
Vodafone 57cent, chiama mobile di Telecom 36 cent., tiscali, Teleunit e infostrada 72 cent. Ma tutto sommato sono piccole inezie nel tuo caso
Domanda S. scrive

premessa: il telefono lo ho da piu’ di tre anni .pago sempre il canone di noleggio ma vorrei sbarazzarmi del telefono per cambiarlo e prenderne uno nuovo magari non telecom.
che devo fare ?e’ vero che si e’ obbligati a restituirlo ?molta gente che conosco non lo ha fatto.
Grazie

Risposta
Dovresti chiamare il 187 e comunicare il recesso del contratto di noleggio del telefono e poi lo devi restituire allegando una lettera di accompagnamento scaricabile qui Una volta comunicato il recesso hai un termine entro cui devi consegnare il modem.
Domanda R.scrive

Salve sono cliente da anni con infostrada (ADSL illimitata e solo scatto alla risposta per le chiamate nazionali).
Con l’ultima bolletta ho avuto una amara sorpresa.
Risultano le seguenti anomalie:
1) chiamate anche lunghe (per fortuna l’addebito e del solo scatto) a numeri a me noti (già chiamati in altre occasioni) ma che sono certa di non aver fatto (avrei parlato 10 muinuti con la scuola di mio figlio alle 2350; avrei chiamato mio marito al lavoro alle 4 del mattino per 15 minuti; avrei effettuato telefonate a parenti in orari in cui sia io che mio marito siamo al lavoro ecc ecc);
2) chiamate a numeri non noti tra l’altro di città in cui non ho alcuna conoscenza (queste sia in orari assurdi sia in orari più normali)
3) qualche telefonata al cellulare in più rispetto alle rarissime che facciamo (ma in questo caso nonsaprei individuare quale).
La bolletta in questione di conseguenza ha circa 20 euro in più del solito (una costante da anni).
Vi è capitato?
Trattasi di una truffa da parte della compagnia telefonica, di un problema di fatturazione o di cosa?
Che fare?

Risposta
Puoi sporgere reclamo all’Operatore di tlc documentando le anomalie riscontrate a mezzo telefax o a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

Il gestore telefonico ha 45 giorni di tempo massimo per rispondere (telefonicamente o per iscritto) al reclamo o denuncia trasmesso dall’utente.

Trascorsi i 45 giorni, se il reclamo non ha esito o ha esito negativo, si può richiedere al CORECOM il Tentativo di conciliazione, compilando il FORMULARIO UG, e allegando il reclamo effettuato, l’eventuale esito e la fotocopia del documento d’identità dell’istante/titolare dell’utenza (Delibera Agcom 179/03/CSP, Art. 8 – Carta dei Servizi di Telecomunicazione).

Articoli correlati:
1. Tutela del cliente
2. Disdetta adsl e costi di disattivazione

125 commenti su “Domande più ricorrenti”

  1. Ciao volevo sapere se ho superato i 30 giorni x la consegna del modem tim e lo consegno con ritardo che succede ? Grazie

    1. Gentile Vincenzo,

      stando a quanto stabilito nel contratto la mancata restituzione del modem nei termini stabiliti è considerata come
      esercizio dell’opzione di acquisto, pertanto Tim emetterà fattura di vendita e il cliente diventerà proprietario a seguito del perfezionamento del pagamento della fattura.

      Se consegna il modem in ritardo quindi si potrebbe trovare nella situazione di diventare proprietario e nello stesso tempo non avere più la disponibilità dello stesso.

      Grazie per averci contattato,
      saluti
      Staff Trovatariffe

  2. Salve..sono stato contattato dalla tim a settembre scorso Emilia e stata proposta una buona offerta..il mio gestore è Vodafone..la migrazione non è mai avvenuta e son stato ricontattato a fine gennaio dicendomi di fare una raccomandata di disdetta a Vodafone con la consapevolezza della perdita del numero perché è mi avrebbero attivato una nuova linea.così ho fatto solo che attualmente ho ancora due linee e la Vodafone non vuole disdire e mi arrivano le bollette!cosa devo fare?grazie

    1. Gentile Gian Pietro,
      per risolvere la situazione intraprenda l’azione davanti al Co.re.com. presentando formulario Ug e Gu5
      allegando come documentazione la disdetta presentata. Nella compilazione dei formulari scaricabili gratuitamente dal sito web dell’Autorità chieda inoltre un indennizzo per il disservizio ricevuto.

      Per altre informazioni contattaci
      Staff Trovatariffe

  3. buonasera ho ricevuto la fattura dalla fastweb di 138,37 di disdetta mi sembra esagerato come disdetta, sono passato a tim.Descrizione :Importo per dismissione servizi fastweb 148,00 poi ci sono detrazioni di 10,00 euro per un totale di 138,37.Non avendo disponibilita nel conto lo posso pagare in due volte!

  4. Salve, avrei bisogno di un aiuto per capire ; in data 31/12/2015 sottoscrivo con la tim via web un contratto adsl senza limiti . Il contratto prevedeva l’attivazione di una nuova linea telefonica ma senza abbonamenti voce, sono passati due mesi ma ad oggi non mi hanno mai attivato il servizio adsl ma soltanto la linea telefonica; ho fatto tanti reclami ma tutto tace, in piu’ adesso mi ritrovo una fattura in scadenza con un abbonamento voce che ovviamente non è quello che io volevo. Che fare? Posso chiedere il recesso senza incorerre in penale ? Posso far farlo ad altro operatore? ( a me serve la adsl).. la fattura l’ ho contestata ma non mi fanno sapere nulla, devo pagarla prima della scadenza? Grazie in anticipo

  5. sono migrato da wind a tim dopo aver completato il periodo della promozione di 1 anno,tra i gaged che win offriva vi era il modem Wi-Fi gratuito come si evince anche dalla pubblicità su internt,invece mi è arrivata fattura in cui mi viene richiesto il tra l’altro il pagamento del modem.è regolare?

  6. Al momento del contratto con fastweb ho domandato se c’erano opzioni per telefonate illimitate Internazionali da telefono fisso mi e’ stato assicurato positivamente(tutto quanto registrato da fastweb).Al momento dell’attivazione linea,7 gennaio 2016 ho chiesto suddetta opzione e mi è stato risposto che sarebbe stata attiva dopo 72 ore.
    Sono passati 23 giorni,ho fatto alcune telefonate internazionali e mi sono trovato 18,84 euro extra per telefonate e quando ho chiesto le motivazioni dopo varie telefonate a diversi operatori mi è stato detto che non esiste opzione minuti illimitati ma solo una deduzione del 40% pagando extra 5 euro al mese.Ho deciso di rescindere il contratto per loro inadempienza e mi si dice che devo pagare una penale.Tutto quanto mi sembra disonesto dopo avermi ingannato.Potrebbe darmi un cosiglio? Cordiali saluti Alvaro DEL PISTOIA

  7. Allora io ho aderito a Sky e Fastweb solo che non potendo fare il passaggio da Vodafone per il problema di codice migrazione l’ho fatto intestare al mio compagno.
    Ho mandato tutti i documenti firmati ho già sollecitato 2 volte ma ancora dopo quasi un mese non è venuto nessuno.
    Tra poco rimarrò senza telefonia ed ADSL perchè ho fatto il recesso alla VODAFONE come devo comportarmi se non mi fanno avere le cose che ho chiesto da contratto già a loro mani?
    Grazie

    1. Gentile Francesca,
      i tempi previsti dell’attivazione possono allungarsi fino a 60 giorni solari nel caso di servizio di abbonamento ad internet e telefono.
      Puoi sollecitare telefonicamente la pratica ma il tempo trascorso, 1 mese, non costituisce indadempimento tale da mettere in pratica altri mezzi di tutela o per chiedere un indennizzo.
      Saluti
      Staff Trovatariffe

  8. Vitalina Blahitko

    Salve, ho attivato infostrada a novembre dell’anno scorso, con infostrada mi arriva ogni 2 mesi mi arriva la bolletta tramite e-mail, il mio problema e che ogni 2 mesi mi aggiungono 5 o 6 euro in più, gli operatori dell infostrada non mi dicono il motivo, per precisare io dovrei pagare solo internet 40€ ogni 2 mesi. In 4 mesi la bolletta e salita a 62.98€ da cosa e dovuto? Non faccio telefonate, non ho neanche collegato il telefono:-(

    1. Prima di rispondere alle domande vi rivolgo un invito a firmare la petizione del servizio Trovatariffe per chiedere agli Operatori di predisporre dei contratti di breve durata. Grazie!:

      Gentile Rossella,
      è sempre richiesto il pagamento dei costi di recesso indipendentemente dal tempo contrattuale trascorso.
      Il modem invece non deve essere restituito trascorsi due anni contrattuali.

      Gentile Federico,
      la scadente qualità della linea può essere fatta valere attraverso il programma ne.me.sys che le permette di recedere gratuitamente a condizione di rispettare la procedura prevista.

      Gentile Antonino,
      gli importi che le hanno riferito corrispondono esattamente a quelli indicati nelle condizioni economiche contrattuali. Per non pagare i costi del recesso occorre che sia rilasciato un certificato che attesti una connessione adsl al di sotto degli standard minimi dell’abbonamento. Per i disservizi ci sono gli indennizzi che vengono riconosciuti al verificarsi di certe condizioni.

      Gentile Vincenzo,
      e’ possibile che il costo che le viene addebitato venga poi restituito al termine dei due anni, quando si conclude la promozione.
      Per avere la certezza inoltri un reclamo chiedendo il rimborso delle somme versate.
      Il reclamo può essere presentato anche attraverso l’area personale del sito Telecom.

      Gentile Blahitko,
      verifichi che nelle fatture non ci siano state delle comunicazioni di variazioni delle condizioni contrattuali.
      Diventano applicabili superati i 30 gg. dalla loro comunicazione se il lciente non recede secondo quanto prevede la normativa.
      Se non ci sono state variazioni in tal senso faccia un formale reclamo per chiedere il rimborso di quanto ha pagato.

      Per altre informazioni contattateci
      Staff Trovatariffe

      P.S.
      la sottoscrizione ad un abbonamento adsl e telefono è vantaggiosa se eseguita attraverso il servizio on line di Trovatariffe, dai link della pagina di comparazione.
      In questo modo possiamo migliorare il servizio offerto!

  9. Nel 2012 ho effettuato il passaggio da Wind a telecom alle seguenti condizioni:promo contributo linea €. 0 anzichè 96,80€.
    contributo attivazione 0€. anzichè 79€.
    in fattura la telecom mi addebita il contributo attivazione linea telefonica di € 8,13 per ogni fattura.
    Questo costo mi pare che non è dovuto come posso chiedere la restituzione?
    grazie
    vincenzo

  10. Salve ho deciso di effettuare la migrazione da Telecom, di cui ero cliente dal 2008) all’attuale operatore Fastweb. Il tutto risale al mese di dicembre per la cessazione/migrazione da Telecom solo il 5 di Gennaio c.a. sono nuovo cliente Fastweb. Premesso ciò, non sono soddisfatto del servizio reso, problematiche adsl…., comunque vorrei fare un’altra migrazione per ritornare a Telecom ma l’operatore di turno (Fastweb) mi riferiva che dovrei corrispondere la somma di 119,00 per l’attivazione, gratuita fino al passaggio e vincolante per due anni, nonchè la somma di ero 51,55 per la migrazione. Mi sembra eccessivo tutto ciò, atteso che non ho al momento pagato alcun costo con Telecom per la migrazione, penso che sia gratuita per tutti gli operatori in caso di migrazione e non cessione. In attesa grazie.

  11. Salve, sono molti anni ormai che sono sotto contratto con teletù voce+adsl (stipulai il contratto quando ancora c’era tele2); ora sono un paio di mesi che la linea internet è molto lenta e nonostante più volte abbia chiamato al call center non è stato risolto alcun problema, la linea continua ad essere molto lenta e a questo punto vorrei cambiare gestore.
    innanzitutto vorrei sapere se per passare a telecom (di cui per altro pago ancora il canone) dovrò sostenere dei costi a teletù per la disattivazione del servizio ed inoltre se devo restituire il modem adsl ricevuto a suo tempo;
    inoltre devo dare comunicazione a teletù del mio passaggio o mi basta andare alla telecom e pensano a tutto loro?
    grazie

  12. Rossela Costanzo

    Ciao io cambiato operatore per un offerta più’ vantaggiosa il mio gestore attuale e Vodafone, dopo 24 devo pagare la chiusura del contratto e l modem va restituito? Grazie.

  13. Salve, ho un nuovo contratto da pochi giorni con teletu avendo fatto passaggio da infostrada.
    Il contratto se non ricordo male l’ho stipulato (tramite telefono operatore facile.it) il 29/5 e ricevuto modem teletu in data 7/6… La velocità di navigazione di teletu é davvero pessima, continue disconnessioni, a volte con il cellulare non mi apre nemmeno una ricerca su Google. Voglio recedere dal mio contratto e ritornare ad infostrada vorrei sapere come fare senza pagare penali o costi di disattivazione. Avendo ricevuto il modem in data 7/6 (in effetti la fruibilità del servizio comincia quel giorno) contando i 10gg lavorativi sono ancora in tempo? Posso spedire la raccomandata di disdetta? Spero in una risposta grazie
    Denis

    1. Salve Denis,
      nel contratto di Teletu è previsto che la conclusione del contratto si perfeziona al momento dell’attivazione del servizio.
      I 10 gg. lavorativi decorrono da tale data che termina nel suo caso il 20 c.m.
      Tra le varie modalità per esercitare il ripensamento è previsto oltre che la raccomandata, il contatto telefonico al numero 848 99 1022. (Art.20 CGC)
      Una volta esercitato il ripensamento conservi la prova dell’avvenuta procedura e chieda il codice di migrazione per poter migrare ad altro Operatore, procedura quest’ultima che può fare on line dal sito Trovatariffe dalla pagina del preventivo.
      In questo modo ci permette di migliorare il servizio offerto!

      A suo carico rimane la restituzione del modem voip altrimenti le viene addebitato in fattura il costo del suo acquisto al prezzo di 40€.
      Per altre informazioni ci contatti,
      saluti
      Antonio
      Staff Trovatariffe

  14. Grazie per la Sua cortese risposta e nei giorni scorsi mi sono visto arrivare una fattura, in questo caso con un importo negativo , intendo, come se la Vodafone mi restituisce una somma di circa 133 Euro e a distanza di qualche giorno mi è arrivato un assegno di tale importo indicato nella fattura. Sono intenzionato a non incassare e voglio restituire la somma, mi dica lei come mi devo comportare? La ringrazio

  15. Salve, gentilmente vorrei sapere perché la VODAFONE nonostante dopo aver trasmesso in data 15.04.2014 il telegramma di recesso e la raccomandata A/R di revoca ( D.Lgs. 206/05 ) esercitando il diritto di recesso dal contratto stipulato in data 10.04.2014 ( cartaceo ) e contratto fatto con l’operatrice in data 11.04.2014 , abbiano attivato la procedura per il passaggio da Telecom a Vodafone , con conseguente distacco della mia linea telefonica avvenuto in data 02.05.2014 .
    Tuttora sono sprovvisto della linea telefonica.
    Tengo a precisare che nella raccomandata di revoca ho espressamente indicato di non inviarmi il Kit di installazione.
    La ringrazio e se Lei intenda chiedere altre delucidazioni sono a sua disposizione.

    1. Salve Vincenzo,
      la procedura della migrazione doveva essere fermata per cui per superare questa situazione di stallo dovrebbe rivolgersi al Co.re.Com per chiedere un provvedimento d’urgenza, formulario Gu5 con il quale chiede il ripristino della linea con il precedente operatore, anche se sarà difficile conservare il numero di telefono e contemporaneamente promuovere il tentativo di conciliazione presentando il formulario UG per risolvere la questione dal punto di vista contrattuale con una richiesta di indennizzo adeguata al disservizio ricevuto.
      I formulari sono scaricabili gratuitamente sul sito dell’Agcom

      Per altre informazioni ci contatti
      Saluti
      Antonio
      Staff Trovatariffe

  16. Salve, sono abbonata alla Fastweb dal 1 Ottobre 2013, con IL pacchetto HOME PACK che pago 15 Euro ADSL al mese per 1 anno e 26 Ero circa a Sky. ( per adesso perchè sono in attesa di aumento ). Vorrei sapere se passo ad un altro gestore telefonico adesso, le spese che dovrei affrontare. Distinti Saluti Costantina.

  17. In data 01/06/2012 mi è stata attivata l’offerta Tutto Incluso Light della Tiscali.
    Leggo:
    “Canone mensile scontato a € 19.95 al mese per i primi 2 anni, poi € 32,22 al mese.
    In caso di recesso nei primi 24 mesi dall’attivazione, oltre ai costi di disattivazione sarà addebitato in fattura un importo equivalente allo sconto o al vantaggio fruito”
    Ho letto inoltre che se si vuole migrare verso un altro gestore, Tiscali consiglia di chiedere direttamente online il codice migrazione, senza inviare raccomandata disette e che sarà poi il nuovo gestore a seguire la pratica per l’effettiva migrazione..
    Vi chiedo, per non incappare nella penale della frase virgolettata, qundo devo fare questa procedura? Un mese prima della scadenza dell’offerta? Devo contattare un eventuale nuovo gestore e chiedere espressamente che il passaggio non venga prima del 01/06/2014? O è opportuno che faccia la richiesta dopo quest’ultima data?

    Grazie
    Vincenzo

    1. Salve Vincenzo,
      il termine biennale della promozione decorre dall’attivazione del servizio e scade pertanto il 31/05/2014 . Per sicurezza è bene sottoscrivere l’offerta con il nuovo operatore successivamente alla data indicata per non decadere dalla promozione. I costi di disattivazione, invece, le vengono addebitati in ogni caso.

      Per sottoscrivere l’offerta può procedere on line dal sito trovatariffe in cui sono confrontate le promozioni di tutte le tariffe tenendo conto dei costi accessori.
      Per altre informazioni ci contatti.
      Saluti
      Antonio
      staff Trovatariffe

  18. Buongiorno,
    il 27/09 ho aderito alla promozione adsl e voce, Absolute ADSL con infostrada.
    il 05/10 ho inviato lettera AR per avvalermi del recesso dal contratto come previsto dall’art 64 del D.leg 206/2005.
    nella lettera che ho inviato vi erano indicati:
    -servizio e offerta che intendo recedere
    – numero di telefono
    – copia carta identità
    – firma

    ma NON ho espressamente indicato che avevo intenzione di rientrare in Tlecom

    nei giorni seguenti ho contattato il 155 per assicurarmi che avessero ricevuto la raccomandata ed avessero iniziato le procedure di recesso.
    mi hanno confermato che la procedura di recesso era in corso e dovevo attendere una trentina di giorni per avere il recesso del contratto.
    Oggi mi è arrivata una lettera da infostrada che mi comuinica l’impossibilità di effettuare la “disdetta” (anche se io ho richiesto il recesso) in quanto la richiesta di disdetta è incompleta.
    Chiamo il 155 e mi dicono che il recesso non è stato possibile poichè nella mia richiesta di recesso effettuata entro i tempi previsti non ho espressamente indicato la volontà di rientrare in Telecom oppure di cessare la linea.
    Pertanto ora non è più possibile effettuare il recesso ma dovrò fare una “disdetta” pagando 65€ o una “migrazione a Telecom pagando 35€.

    E’ corretto quanto mi hanno detto/scritto?

    Io pensavo facendo il recesso di rientrare automaticamente in telecom cioè nella condizione precedente alla stipula del contratto con Loro…
    E’ corretto che io paghi 35€ per rientrare in telecom?
    Grazie per quanto andrete a consigliarmi

    1. Salve Marianna,
      lei ha citato l’art. 64 che fà riferimento alla normativa del diritto al ripensamento che è esercitabile entro 10 gg. lavorativi dalla conclusione del contratto.
      Lei ha rispettato i termini per cui non possono appellarsi a nessun vizio sostanziale.

      Pertanto può promuovere un tentativo di conciliazione presso il Co.Re.Com. chiedendo anche un indennizzo per non aver l’operatore dato seguito alla richiesta del ripensamento e allegando nella domanda le lettere, copia del diritto al ripensamento e la risposta dell’operatore, con la ricevuta della raccomandata.
      Saluti
      Antonio

  19. Salve, ho stipulato un contratto con Fastweb attivato il 10/05/2012, in precedenza avevo la teletù al quale ho pagato oltre 40 euro di costo disattivazione. Ora mi è arrivata una fattura della telecom il quale mi chiede altri 60 euro di disattivazione. Insomma io mi domando e vi chiedo. E’ normale pagare la disattivazione a due compagnie telefoniche, o e un abuso?

    1. Salve Vincenzo,
      per risponderle correttamente bisognerebbe sapere a che titolo Telecom le ha chiesto i costi di disattivazione.
      Formulo delle ipotesi:
      nella preselezione automatica con Teletu, cps – cs, la Telecom risulta l’operatore di accesso e cambiando operatore si sostengono i costi per la disattivazione con entrambi, Teletu e Telecom, tranne il caso in cui sia decorso 1 anno contrattuale con la Telecom;

      in shared access della linea lei può avere due operatori, uno per il servizio voce, telecom, e un altro per il servizio adsl.
      Cambiando operatore le sono addebitati i costi di disattivazione per entrambi tranne che con la Telecom se è decorso 1 anno contrattuale.

      Al di fuori di questi casi è da ritenersi illegittima la pretesa ed è suo diritto contestare l’importo.
      L’operatore le deve rispondere entro 45 gg.
      Saluti
      Antonio

  20. Io ho un contratto tutto facile small della vodafone con telefonino N8 incluso ora a dicembre scadono i due anni è vorrei fare la disdetta dell abbonamento ossia la mia sim la vorrei tramutare in ricaricabile e il cellulare teoricamente dovrebbe rimanere mio visto che ho pagato per due anni vi vorrei chiedere come devo fare per disdire l abbonamento e che modulo mi serve?
    Grazie

    1. Salve Stefano,
      per procedere nel passaggio da abbonamento a ricaricabile con lo stesso operatore mantenendo il numero ti basta semplicemente contattare il servizio Vodafone al numero 190.
      Li puoi contattare anche attraverso il social network twitter tramite un messaggio privato oppure recarti presso un’agenzia della Vodafone.
      Il telefonino diventa di tua proprietà se sono rispettate le condizioni contrattuali del tuo abbonamento.
      Saluti
      Antonio

  21. Ho fatto la registrazione telefonica per passare ad un servizio con BT Italia per imprese, comprendente 2 linee fisse, mie e di mia madre che è partita iva, più due linee mobili al posto delle mie attuali e 2 smartphone inclusi.
    Durante la conversazione dell’offerta, nella parte non registrata, mi viene prospettato mari e monti e mi dicono che comunque fino a quando non firmerò il contratto cartaceo che mi arriverà a casa, il contratto non avrà valore.
    Invece dopo 15 gg non ho visto niente e ho creduto che fosse decaduto tutto, invece dopo altri 5 giorni mi arrivano 2 cellulari e dopo altri 5 gg mi arriva un messaggio sul cellulare che il giorno successivo passerò alla loro società, e cosi avviene.
    Quando riesco a contattarli, mi dicono che il contratto mi è stato spedito, e io guardando meglio, mi accorgo che in realtà mi è arrivato via mail, sensa conferma di lettura, inoltre outlook lo ha interpretato come spam e lo ha messo tra posta indesiderata.
    Era arrivato dopo 15 giorni dalla registrazione telefonica, io lo vedo solo adesso (25 gg), e mi rendo conto che ci sono 30 pagine di offerte poco chiare e tanti balzelli.Vorrei recedere, reinviando i 2 telefoni che non ho aperto, insieme alla raccomandata.
    Ho speranze? possibile che si possa inviare un contratto via mail senza conferma di ricezione e dargli un valore legale? possibile attivare lo switch alla loro linea mobile senza firme?
    Domanda di ordine generale: perchè le conversazioni telefoniche inerenti il contratto, non vengono registrate integralmente, insieme al contratto vero e proprio, anche quando l’operatore enumera minchiate per fare abboccare il cliente?saluti

    1. Salve Mauro,
      l’operatore non è stato corretto a dirle che il contratto fino a quando non verrà firmato non avrà valore, perchè in pratica la registrazione vale già come conclusione del contratto e la firma del cliente è una formalità la cui omissione non è, purtroppo, sanzionata.
      Entro i 10 gg. dalla conclusione del contratto può esercitare il diritto al ripensamento e accerti nel contratto che le hanno inviato quando si considera concluso il contratto, Fastweb ad esempio fà decorrerei 10 gg. dall’attivazione dei servizi.

      Decorsi i 10 gg. lavorativi, il recesso anticipato comporta penali e nel suo caso anche maggiorate dalla restituzione degli smartphone.
      Potrebbe nel caso avvalersi contro BT per marketing aggressivo contestando l’attivazione di servizi da lei non richiesti.
      La procedura si dovrà svolgere davanti al corecom e potrebbe richiedere alcuni mesi per il riconoscimento di un indennizzo
      Trova le istruzioni su come rivolgersi al corecom sul nostro portale.
      Per maggiori informazioni ci contatti.
      Saluti
      Antonio

  22. Buonasera! innanzitutto un grazie per la vostra professionalità, passo al dunque.
    Ho un abbonamento teletu e vorrei passare a tiscali, come devo muovermi?
    Ho paura di perdere il numero telefonico a cui sono molto legato, da quello che ho capito dovrò pagare 40 euro a teletu ed attendere che tiscali attivi il servizio?
    Se chiamo direttamente tiscali dicendo voglio passare da voi, pensano a tutto loro (tiscali) o devo inviare la raccomandata a teletu?
    Grazie!

    1. Salve Lorenzo,
      grazie del complimento.
      Il passaggio di operatore è una pratica diventata comune che non presenta ostacoli di particolare difficoltà e le problematiche che si possono presentare sono percentualmente in numero ridotto.
      Per effettuare il passaggio ti occorre il codice di migrazione che identifica la tua linea e che il tuo attuale gestore è tenuto a fornirti sulla fattura, per telefono o anche per email.
      Oltre al codice di migrazione ti servono i dati personali dell’intestatario della linea e la scelta della modalità di pagamento. Tutti questi dati devono essere comunicati al nuovo gestore e non è necessario mandare la raccomandata a Teletu tuttavia, se si hanno servizi opzionali attivi è utile quanto meno telefonare per sincerarsi della loro disattivazione.

      La portabilità del numero si effettua con la comunicazione del codice di migrazione.
      Il costo del passaggio previsto da Teletu è di 40€ che possono essere contestati nella misura in cui sono decorsi 2 anni dall’attivazione del contratto. Per aver ragione occorre iniziare un procedimento davanti al Co.re.com che è gratuito ma pur sempre una lungaggine burocratica.

      Per sottoscrivere il contratto puoi utilizzare anche il web, sul portale trovatariffe compilando il modulo accedi alla pagina della simulazione dei consumi e puoi sapere la tariffa di Tiscali più adatta alle tue esigenze.
      Dai link accedi alla pagina dell’operatore e puoi sottoscrivere l’abbonamento inserendo i dati che ti ho elencato sopra.

      I vantaggi della procedura on line è la semplicità e la praticità dato che può essere compilata da una persona diversa dal titolare della linea purchè sia in posseso dei dati personali.
      Inoltre contribuisci a migliorare il servizio offerto dal portale trovatariffe!
      Se si presentassero dei problemi o delle lungaggini rispetto ai tempi previsti contattaci per darti dei suggerimenti migliori per risolverli.
      Saluti
      Antonio

  23. Salve,vorrei chiedere delucidazioni su quanto mi è successo:son passato da Teletu a Telecom a maggio 2012,migrando fonia+ADSL,ad oggi risulta attiva solamente la linea fonia e non quella ADSL.potrei avvalermi della facoltà di non passare più a Telecom senza pagare penali pur trascorsi i 10 giorni per diritto di recesso?in quanto Telecom non ha adempiuto all’offerta proposta?ringrazio per disponibilità

    1. Salve Alberto,
      il diritto al ripensamento si esercita entro 10 gg. dalla conclusione del contratto e molti operatori fanno decorrere il termine dall’attivazione del servizio, ritenuto il momento di perfezionamento del contratto.

      Nel suo caso Telecom ha attivato solo un servizio voce per cui lei avrebbe diritto di esercitare il diritto al ripensamento anche se ci potrebbe essere la contestazione da parte di Telecom. Si tratta di casi limite in cui l’interpretazione della norma può essere fatta da entrambe le parti a proprio favore.

      Se rimanesse con la Telecom avrebbe diritto a chiedere un indennizzo per la ritardata attivazione del servizio in base alla Delibera n. 73/11/CONS.

      Saluti
      Antonio

  24. scusa..ho stipulato ,un contratto ,con fastweb,tutto compreso. circa un anno fa,.con pagamento con carta di credito,adesso x problemi,di costi con la banca,vorrei,passare al pagamento,con i bollettini postali,e possibile..? chiedo ..grazie..

    1. Salve Giuseppe,
      è possibile cambiare forma di pagamento, dovresti prendere accordi con il sevizio commerciale. Probabilmente ti verrà chiesta una caparra a garanzia del pagamento tramite bollettino.
      La caparra ti verrà restituita se tutti i pagamenti risulteranno regolari alla fine del contratto.
      Saluti
      Antonio

  25. salve ho un contratto fastweb solo linea telefonica niente adsl ke vorrei cessare…. ho chiamato fastweb e mi chiede 95e O.o… è normale???

    1. Salve,
      i costi di disattivazione sono fissati discrezionalmente dall’operatore e sono sottoposti all’approvazione dell’autorità.
      L’operatore pubblica i costi approvati sul proprio sito sotto la voce trasparenza.
      Nel caso di Fastweb, i costi sono indubbiamente eccessivi e purtroppo legittimi. Anche se aveva un contratto solo voce questa viene attivata tramite la tecnologia voip e di conseguenza non viene fatta una distinzione nei costi tra disattivazione del servizio voce o adsl.
      Saluti
      Antonio

  26. Siportal esige che io paghi 59 euro + iva perchè dopo 3 anni ho mandato disdetta del contratto a partire dalla naturale scadenza. Passi se fossero costi reali, ma siccome è mia intenziona passare ad altro operatore, Siportal di costi non se ne deve far carico. Il decreto bersani convertito in legge prevede che solo costi reali siano esigibili, ma in questo caso non si sono gli estremi. Inoltre il mio contratto, già pagato annualmente scade a fine giugno, mi emettono la fattura che scade a fine maggio. Condotto assolutamente scorretta o sbaglio? Avvio la pratica per la conciliazione obbligatoria o pago e sto zitto di fronte a comportamenti palesemente anticostituzionali come questo?

    1. Salve Damiano,
      contesti l’importo presentando un reclamo motivandolo in base alla legge n. 40/2007 e alle linee guida della Direzione tutela dei consumatori dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e se non sortisce nessun effetto promuova un tentativo di conciliazione.

      E’ un suo diritto fare reclamo e anche ricevere una risposta alle sue richieste.
      Saluti
      Antonio

  27. Salve ,sono passato ad altro operatore dopo un anno con VODAFONE PARTITA IVA vers.nov.2010. Nell’ultima bolletta il corrispettivo per recesso anticipato è una tantumVFinternet&telef di €125 e
    in piu’Attivazione e istallazione di € 65.
    Nel contratto non trovo queste voci mentre loro insistono sulla veridicità .
    Cosa mi consiglia ?

  28. Ciao, in merito a quanto discusso nel post di poche righe sopra (28 marzo) ,ossia alla richiesta di infostrada dnel dovergli 65 euro al seguito del passaggio da infostrada a fastweb, ti confermo che con infostrada avevo un contratto da 4 anni. Cambia qualcosa o il costo resta comunque di 35 euro anzichè 65 euro che mi sono stati richiesti?
    ti ringrazio tanto.
    saluti

    1. Salve Roberto,
      il costo per la migrazione approvato dall’Agcom è pubblicato sul sito aziendale di Infostrada come risulta qui => http://www.infostrada.it/it/gen/multipagina1/pg1.phtml
      e risulta di 35€
      Hai due possibilità:
      1)Contestare l’intero importo del costo di migrazione in base alle motivazioni indicate nel precedente post;
      2)Contestare la quota che eccede i 35€ attraverso la denuncia all’Autorità, compilando l’apposito modello D telematico e promuovendo un tentativo di conciliazione secondo le indicazioni reperibili sul sito web dell’Autorità alla pagina “Contenzioso tra utenti e operatori”
      Quest’ultima procedura è quella che l’Agcom prescrive nel caso di divergenza tra i costi di disattivazione approvati dall’Agcom e quelli fatturati dall’operatore.
      Saluti
      Antonio

  29. In data 15/02/2012 ho aderito online all’offerta TUTTO INCLUSO di INFOSTRADA, voce illimitata senza scatto alla risposta + adsl illimitato a 29,95€ per 2 anni.
    Ho chiamato INFOSTRADA per chiedere se tutto fosse andato in porto e mi è stato confermato.
    In data 09/03/2012 l’adsl è regolarmente passata ad Infostrada, e tutto lasciava presagire ad una procedura normalissima.
    Con il passare dei giorni però, la voce non dava segni di passaggio e ho cominciato a chiamare i vari call center di INFOSTRADA.
    Alla fine di ogni telefonata la diagnosi è stata sempre la stessa, mi si diceva che la pratica di passaggio era andata in KO per problemi tecnici e sarebbe stata subito aperta una nuova pratica, ora venerdì scorso 30/03/2012, è andata in KO l’ennesima richiesta e questa volta mi è stato riferito che molto probabilmente non riusciranno a fare questa migrazione della voce.
    Indignato chiamo il call center di TELETU e mi viene riferito che dal 15/03/2012 stanno ancora aspettando il codice di migrazione da parte di INFOSTRADA.
    Chiamo nuovamente INFOSTRADA e mi viene riferito che ciò non è assolutamente vero.
    A questo punto non so veramente più cosa fare e, in questo momento di crisi dove una persona con moglie e figlio a carico cerca di trovare l’offerta che possa fargli risparmiare qualche piccolo importo, mi ritrovo in questa situazione, ho 2 bollette con 2 gestori diversi, pago per entrambi il prezzo pieno di listino (l’offerta con INFOSTRADA partirà solo se passerà anche la voce!!!), e sull’ultima fattura di TELETU sono già comparsi i 40 euro di costo di disattivazione che dovevano essere pagati una volta sola alla fine di questa travagliata vicenda, e invece parlando con l’operatrice, in caso di passaggio della voce dovrò pagarne altri 40€.
    Non finisce qui, poiché se dovessi chiedere la disdetta ad INFOSTRADA per tornare con TELETU e tornare ad avere nuovamente un unico gestore, più di un addetto del call center di INFOSTRADA mi ha confermato che dovrò pagare un costo di disattivazione anche qui che si aggira intorno ai 40/50€.
    Trovo tutto talmente assurdo e soprattutto ingiusto, che vorrei poter far valere i miei diritti, ma non so cosa fare e come comportarmi.
    Vi scrivo perché voi possiate aiutarmi. Vi prego e grazie in anticipo
    Pietro

    1. Salve Pietro,
      in questo caso le consiglio di attivarsi presso il corecom non prima di aver adempiuto alcuni atti:
      1 inviare una raccomandata a Infostrada in cui Intima di attivare il servizio voce (cd. intimazione ad adempiere) entro 48h altrimenti si rivolgerà al corecom regionale. Conservi la copia della lettera e la ricevuta della racc.di ritorno
      2. Se infostrada non le attiva il servizio voce entro 48h spedisca il formulario Ug e Gu5 alla sede del Corecom che si trova presso il capoluogo della sua Regione. Compili i formulari indicando anche il rimborso per i pagamenti effettuati e gli indennizzi a cui ha diritto per la mancata attivazione del serivizio.
      Entro 15 giorni verrà preso un provvedimento d’urgenza che dovrebbe essere a lei favorevole. Successivamente verrà fissata un’udienza di conciliazione per dirimere la questione.
      In tale sede potrà far valere le sue ragioni e chiedere il ritorno a Teletu senza spese e con la conservazione del numero.
      I formulari UG e Gu5 sono scaricabili dal sito dell’Autorità => http://www.agcom.it/Default.aspx?message=contenuto&DCId=106 dove trova le guide per la compilazione, e li compili allegando la documentazione, la copia della lettera di intimazione ad adempiere e la ricevuta della raccomandata .
      Tutto il procedimento è gratuito.
      Per sapere a quanto ammonta l’indennizzo a cui ha diritto compili a titolo informativo il modello degli indennizzi selezionando la voce 2.
      Per altre informazioni ci contatti.
      Saluti
      Antonio

  30. Ti ringrazio. Potresti cortesemente fornirmi un riferimento preciso del Decreto Bersani e delle Linee Guida della Direzione tutela dei consumatori.
    ti chiedo questo in vista di una raccomandata o una chiamata che dovrò fare ad infostrada. Cordiali saluti e grazie mille

    1. Salve Roberto
      I riferimenti normativi sono i seguenti:
      art. 1, comma 3, della legge n. 40/2007 che prevede nel caso di contratto per adesione stipulato con un operatore di comunicazioni elettroniche, che l’utente possa recedere o trasferire presso altro operatore l’utenza, senza vincoli temporali e senza spese che non siano giustificate da costi sostenuti dell’operatore;
      le linee guida della Direzione tutela dei consumatori dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni secondo cui i costi richiesti all’utente devono essere pertinenti al recesso. Il documento è scaricabile qui
      La carta dei Diritti del consumatore 2011 redatta dall’Agcom conferma quanto detto nelle Linee Guida secondo cui deve sussistere un rapporto di pertinenza e causalità economica tra le spese sostenute dall’operatore per il recesso e i costi addebitati all’utente.
      Saluti
      Antonio

  31. Ciao, sono passato a novembre da infostrada a fastweb mantenendo lo stesso numero di casa. ora mi è arrivata la bolletta di infostrada nel quale mi viene richiesto il pagamento di 65 euro dovuto ai “costi per attività di cessione servizi”. Ma è normale dover pagare questi costi se io comunque ho semplicemente cambiato gestore?
    nel caso non sia giusto cosa devo fare per non pagare tale cifra?
    grazie mille per la disponibilità

    1. Salve Roberto,
      se hai fatto una migrazione per gli stessi servizi che avevi con infostrada, adsl e voce, non è giusto il costo che ti hanno addebitato perchè per la migrazione il costo richiesto da Infostrada è di 35€.
      Puoi contestare ad Infostrada l’importo dei 65€ perchè non sei tenuto a pagare i costi di migrazione per il passaggio di operatore e fai riferimento al Decreto Bersani e alle Linee Guida della Direzione tutela dei consumatori. Se il tuo contratto con infostrada non ha superato i 2 anni di durata il costo di migrazione è dovuto per l’importo dei 35€ che devi pagare contestando la differenza dai 65€ richiesti da Infostrada.
      Saluti
      Antonio

  32. Salve,

    in data 10/12/2010 ho inviato raccomandata a/r a Fastweb per il recesso di un contratto telefono+fibra ottica. In data 14/12/2010 ho ricevuto la ricevuta di ritorno. Col pagamento della penultima bolletta inviatami da Fastweb in data 14/11/2010 ho pagato l’abbonamento per il periodo 14/11/2010 – 14/01/11. Coerentemente in data 14/01/2011 viene emessa l’ultima bolletta Fastweb da me ricevuta con in addebito i consumi dei 2 mesi precedenti e le spese di disattivazione servizi. Restituisco gli apparati il 27/01/11. Oggi ricevo un messaggio sul cellulare da una società di riscossione crediti che intima il pagamento di euro 110 entro 3 giorni (che sembra tanto la cifra da pagare per la non tempestiva restituzione degli apparati, che a quei tempi era 30 giorni). Ho conservato tutta la documentazione che prova quanto scrivo e non riesco a capire cos’altro vogliano. Tutte le bollette sono sempre state addebitate su c/c bancario quindi non ho mai mancato un pagamento.
    Dov’è l’errore? sempre che ce ne sia uno.. che ci provino con tutti?!? Sbaglio forse a considerare il 14/01/2011 la data di cessazione contratto?

    1. Salve Filippo,
      credo che l’operatore abbia calcolato la decorrenza dei 30 gg. entro cui consegnare gli apparati dalla disdetta del contratto e non dalla disattivazione come è previsto attualmente. Lei può fare opposizione alla società di recupero crediti avendo tutta la documentazione del caso come prova.
      Se nonostante tutto non viene accettato il reclamo può rivolgersi al Co.re.com regionale
      saluti
      Antonio

  33. Buongiorno! Non so cosa fare! La settimana scorsa ho stipulato un contratto con Fastweb, passando così da infostrada a fastweb.Ero stata tassativa sul fatto che lavorando col telefono non avessi disguidi di liena e mi era stato assicurato che in mezza giornata avrebbero fatto tutto.Oggi siamo venerdì ed è da lunedì che sono senza telefonoe internet:io col telefono ci lavoro!E’ possibile che i tempi siano così lunghi? e può infostrada staccarmi le linee prima che subentri l’altro operatore? posso chiedere i danni ad entrambe?Grazie se mi sa rispondere perché non so proprio dove sbattere la testa!!!

    1. Salve Marta,
      solitamente la procedura del distacco è limitata ad 1 giorno di disconnessione salvo complicazioni tecniche.
      Nel suo caso le consiglio di seguire questa procedura:
      inviare una raccomadata a/r a Fastweb in cui intima di attivare il servizio entro 48h ed una raccomandata ad Infostrada in cui intima di non ostruire il passaggio, altrimenti si rivolgerà alla sede del corecom competente;
      Se entro 48h non le viene attivato il servizio compili il formulario Gu5 e il formulario UG da inviare presso la sede del Co.re.com del capoluogo della sua regione indicando anche l’importo per il risarcimento danni, quantificabile obbiettivamente.
      Entro massimo 15gg. verrà adottato un provvedimento d’urgenza.
      Per altre informazioni ci contatti
      Saluti
      Antonio

  34. sono passato da infostrada a fastweb da poco tempo. mi è arrivata l’ultima, sperando che sia l’ultima bolletta da infostra, dove mi viene aggiunto il costo per atività di migrazione servizio verso altro operatore. è lecito? devo pagarla?. grazie in anticipo

    1. Salve Paolo,
      i costi di disattivazione sono legittimi perchè approvati dall’Autorità che, ha precisato nelle linee guida, devono essere correlati alla lavorazione del recesso.
      Nel passaggio di operatore, se è trascorso il periodo minimo contrattuale, il cliente può fare reclamo prima di pagare la fattura, salvo che il contratto non preveda altrimenti, per contestare l’importo che gli venisse addebitato.
      L’operatore a cui deve essere rivolto il reclamo può accogliere o rigettare la richiesta e in quest’ultimo caso, se il cliente vuole opporsi può rivolgersi al Corecom regionale.
      Saluti
      Antonio

  35. Salve,
    ho appena sottoscritto un contratto aziendale con fastweb, chiedendo la portabilità del numero telecom, portabilità che è avvenuta in data 02 marzo 2012. Volevo sapere se il router che avevamo in comodato d’uso devo restituirlo io oppure se, come comunicatomi da un operatrice del 191 di telecom, verrò contattato direttamente da telecom per la restituzione dello stesso. Inoltre, visto che abbiamo già ricevuto la bolletta per i mesi di marzo e aprile, e che comunque pagheremo, se il periodo che va da 03 marzo al 30 aprile mi verrà rimborsato, o se devo fare apposita domanda. La stessa signorina mi ha detto che mi verranno riaccreditati, ma a parte il fatto che non sono molto convinto di quanto dettomi da succitata operatrice, come fanno ad accreditarmi se non avevamo la domiciliazione bancaria? Mi contatteranno anche per quello?
    Grazie.

    1. Salve Stefano,
      Il periodo che le verrà fatturato copre fino a 30 gg. successivi alla disdetta, quindi all’incirca fino al 2 aprile.
      Circa la consegna del router è bene che faccia riferimento a quanto detto dall’operatore.
      Per il rimborso di quanto versato è opportuno chiederlo per iscritto tramite un fax in cui specifica il mezzo di pagamento che preferisce ricevere: vaglia postale o assegno.
      Saluti
      Antonio

  36. Buonasera,
    ho chiamato la telecom per togliere la segreteria.
    Mi ha chiesto se voglio togliere anche il noleggio apparecchio, perchè se si dovesse rompere non effettua più sostituzioni. è possibile questa cosa?

    1. Salve Valentina,
      il noleggio dell’apparecchio, suppongo il sirio, è un servizio supplementare regolato dal contratto di noleggio che stabilisce la sostituzione o la riparazione in caso di guasto.
      Ti riporto anche la fonte dove verificare quanto scritto sopra, al seguente link
      Saluti
      Antonio

  37. Buonasera
    Ho richiesto la disdetta a Fastweb a Maggio us con risoluzione del contratto in data 31.07.11
    Come Richiesto ho restituito gli apparati entro il 31.08.11 ma ciononostante ho ricevuto una fattura di Fastweb per la mancata restituzione. Ho così inviato via fax le copie delle ricevute ma nel frattempo avevano già attivato una società di recupero crediti. Ho quindi faxato anche a loro le ricevute di riconsegna e mi hanno risposto ge Fastweb esige lo stesso il pagamento per cui mi manderanno l’esattore a casa. Ma più che riconsegnare gli apparati nei tempi previsti, conservare tutte le ricevute e consegnarle al momento necessario che devo fare????

    1. Salve Selvaggia,
      mi sembra che lei abbia rispettato i termini, solo che non doveva inviare i fax ma le raccomandate.
      Lo stesso vale per la società di recupero crediti che nella intimazione indica i termini entro cui fare reclamo.
      Inoltre alla Società di recupero crediti lei può opporre le stesse eccezioni che poteva opporre a Fastweb, quindi non paghi e contesti con raccomandata a/r rispettando i termini che le sono stati indicati.
      Se è fuori tempo massimo ha sempre la possibilità di chiedere il rimborso promuovendo un tentativo di conciliazione presso il Co.re.com del capoluogo della sua Regione compilando il formulario UG.
      Per altre informazioni ci contatti
      Saluti
      Antonio

  38. Salve,giorno 20/02/2012 sono passata telefonicamente ad infostrada(telefono+adsl),ed entro il 9 marzo saro’loro cliente a tutti gli effetti..sono attualmente cliente telecom..
    La mia domanda e’a parte l’ultimo conto telefonico che dovro’ pagare entro il 12/03/2012,dovro’pagare la penale per essere passata ad altro operatore?Sapendo che per non pagare alcuna penale,non si deve cambiare operatore per almeno 12 mesi,il mio contratto con telecom ha una durata di 1 anno(compiuto il 11/02/2012),e’ vero o no?Spero in una risposta rassicurante…grazie anticipatamente..

    1. Salve Vanessa,
      come ha già scritto lei, trascorsi i 12 mesi non ci sono costi per il passaggio di operatore, tuttavia decade dalla promozione dell’attivazione se recede prima dei 24 mesi.
      In questo caso il Cliente sarà tenuto a corrispondere l’importo di 96,80€ , secondo l’offerta che vige attualmente, oppure le rate mancanti se ha rateizzato il contributo. Le promozioni tendono a cambiare di mese in mese quindi dovrebbe appurarlo direttamente nel suo contratto.
      Mi spiace di darle questa notizia.
      Se vuole la prossima volta che intende cambiare operatore ci contatti prima per poterle essere di miglior aiuto.
      Saluti
      Antonio

  39. io sono nel primo anno di contratto con vodafone station telefonate e adsl se voglio passare ad altro operatore che costi avro’ visto che sono ancora nel primo anno di contratto?

    1. Salve Mario,
      l’abbonamento adsl e voce di vodafone ha una durata minima di 24 mesi e in caso di recesso anticipato nei primi due anni il corrispettivo richiesto è di 45€ e se non consegni la vodafone station ti viene addebitato un importo fino ad un massimo di 129€ corrispondente al valore della Vodafone Station 2 ceduta in sconto merce al momento della sottoscrizione dell’offerta.
      L’abbonamento con il nuovo operatore è possibile effettuarlo on line dalla pagina di comparazione delle tariffe seguendo i link accedi alla pagina istituzionale dell’abbonamento prescelto.
      Saluti
      Antonio

  40. Buongiorno,
    come mi pare di capire anch’io come altri utenti ho un problema con Teletù. Dunque, il contratto con Teletù dopo anni di abbonamento e proroghe è scaduto in data 7/2/2012. Prima della scadenza naturale sono stato contattato da Infostrada con cui ho sottoscritto telefonicamente un nuovo contratto. Sempre da Infostrada sono stato rassicurato del fatto che avrebbero provveduto loro ad accordarsi con Teletù per il passaggio e che non avrei dovuto sostenere costi di disattivazione e attivazione.
    Infostrada ha portato avanti la preaica con Teletù che ieri mi informa che nel caso volessi completare il passaggio ad Infostrada mi sarebbero addebitati 40€ oltre ad infomarmi che dovrei pagare tutta una serie di balzelli con Infostrada.
    Io ho confermato a Teletù di voler completare il passaggio che avverrà in maniera definitiva il 20/2/2012 ma ora mi chiedo: devo corrispondere a Teletù i 40€ richiesti per passare ad un altro operatore nonostante il contratto sia scaduto il 7/2/2012?
    Va da sè che per il periodo dal 7 al 20 pagherò il servizio che Teletù ha continuato a darmi.
    Grazie

    1. Salve,
      nel suo caso sono presenti i presupposti per cui non è tenuto a corrispondere i costi del passaggio che deve contestare con raccomandata a/r ed entro 45 gg. l’operatore risponderà accogliendo o rigettando la sua richiesta-
      Le motivazioni per cui si deve contestare il pagamento dei costi sono Il decreto Bersani e le linee guida della Direzione tutela dei consumatori dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che sono state recepite nella carte dei Diritti del consumatore nelle comunicazioni elettroniche.
      Secondo la normativa vigente Lei è tenuto a pagare i costi dell’abbonamento fino a massimo 30 giorni dopo la disdetta. Dato che Infostrada ha provveduto ad effettuare il passaggio, la data da considerare non è ben individuata e approssimativamente non gli dovrebbe essere fatturato il traffico da parte di Teletù oltre la metà di marzo.
      Saluti
      Antonio

  41. vorrei togliere il RID sia telefonico che enel e SKY per poter pagare con il bollettino postale come posso fare per trasmettere alle aziende interessate alla questione
    Grazie della risposta

    1. Salve Giuseppe,
      contatta la banca per chiedere di bloccare l’addebito automatico delle fatture con sky ed enel e contatta i gestori per sapere le coordinate del conto corrente da utilizzare per fare i versamenti delle fatture.
      Nella causale del bollettino è importante indicare i riferimenti del codice cliente e il numero della fattura a cui si riferisce il pagamento.

      Potresti andare incontro a delle modifiche contrattuali perchè alcuni gestori chiedono una caparra per il pagamento tramite bollettino postale per tutelarsi da insolvenze del cliente.
      Saluti
      Antonio

  42. marcoaliaslosciccoso

    Buon giorno, se possibile, darmi un aiuto.
    Sono un ex abbonato fastweb (telefonia+adsl), con un contratto di pagamento tramite rid, ma mai avvenuto per problemi bancari. Ho sempre onorato i pagamenti con bollettino postale, anche se più di una volta sono stato costretto rilevare gli importi a video per onorare il pagamento in bollettino postale. In una fatturazione non ricevuta, (la terza), notavo, sempre a video, un addebito di circa 109 euro come caparra, la cui motivazione era perché pagavo con bollettino postale e non con il rid. In pratica, stornai detto importo, perché non lo ritenevo un dovuto. Comunicai il mio dissenso con fax a fastweb.
    Per tutta la durata del servizio (12 mesi), non ho mai ricevuto avvisi d’insoluto. Ho restituito l’apparato (router), come da contratto.
    Sono trascorsi più di sei mesi che ho trasmigrato con Infostrada; ora un’agenzia recupero crediti, telefonicamente mi chiede di pagare la somma reclamata. Ho chiesto loro una fattura in dettaglio, i quali mi hanno risposto che non è possibile in quanto non la possiedono.
    Da un contatto avuto con un’operatrice fastweb, informalmente, mi avvertiva che una volta pagato i 109 euro, mi verrebbero restituiti solo meno di 10 euro a rimborso, in quanto trattengono un costo di disattivazione di 96 euro… Quel che vi chiedo, sono dovuti i 96 euro? Eventualmente cosa debbo fare? grazie per l’aiuto che vorrete darmi. marco

    1. Salve,
      io ritengo a rigor di logica che la caparra non ti può essere più addebitata visto che hai risolto il contratto. Dal punto di vista giuridico l’hai contestata a suo tempo e non ti hanno risposto, quindi pretendere adesso il versamento per rifarsi dei costi di disattivazione mi sembra un cavillo giuridico.

      Inoltre se hai migrato presso un altro operatore con il codice di migrazione non ti dovevano chiedere 96 € semmai un importo compreso tra i 49€ e 55 € circa come stabilito anche sul loro sito.
      Alla società di recupero crediti puoi contestare l’entità dell’importo del costo di disattivazione per la difformità tra la cifra a te richiesta e i costi pubblicati sul sito e nel caso fossi stato abbonato a fastweb per più di 2 anni potresti contestare l’importo totale in base a quanto stabilito dal Decreto Bersani e alle linee guida della Direzione tutela dei consumatori.
      Inoltre parallelamente puoi agire per denunciare la vicenda all’Agcom, compilando l’apposito modello D telematico e promuovere un tentativo di conciliazione presso il corecom del tuo capoluogo.
      La contestazione va fatta con raccomandata a/r
      Per altre informazioni contattaci
      Saluti
      Antonio

  43. Salve,il 27 ottobre ho firmato un contratto con teletu in un centro commerciale,dopo quattro giorni ho spedito raccomandata con ricevuta di ritorno timbrata da teletruffa in data 4 novembre, avvalendomi del diritto di recesso;ovviamente non l’hanno presa in considerazione e il 24 novembre mi hanno attivato sia il telefono che l’adsl.Dopo mille chiamate e prese per i fondelli,mi hanno dato il codice di migrazione per tornare con telecom.Ora sto attendendo il passaggio,ci vorranno circa 30 giorni.La mia domanda è :essendomi avvalsa del diritto di recesso entro i termini di legge,teletu si è comportata in modo corretto?I giorni che usufruirò del loro servizio prima di ritornare con telecom devo pagarli?Se sì, quanto? , La legge cosa dice in proposito?LEGGENDO I VARI COMMENTI SO GIa’ che mi faranno richieste di denaro,.Gli operatori teletu raccontano un mucchio di fandonie e mandano bollette con richieste di denaro anche non dovuto.Come faccio a tutelarmi?Aspetto una vostra risposta.Grazie e a risentirci.

    1. Salve Carla,
      Il contratto concluso nel centro commerciale rientra nella disciplina dei contratti a cui si applica il diritto al ripensamento perchè concluso fuori dalla sede aziendale della società.
      I tempi per esercitare il diritto di recesso che porta allo scioglimento del contratto senza pagare costi aggiuntivi sono di 10 giorni lavorativi dalla conclusione del contratto e lei li ha rispettati. Così recita l’art.64 del codice al consumo Dlgs.206 del 2005.
      Teletu non ha tenuto conto del recesso, attivando lo stesso il contratto.
      Avrebbe dovuto inviare una diffida tramite raccomandata in cui intimava Teletu di non attivare il contratto in quanto aveva esercitato il diritto al ripensamento con la minaccia di rivolgersi al Corecom.
      Quando le verranno inviate le fatture non le paghi ma le contesti sempre con raccomandata a/r per aver esercitato il diritto al ripensamento allegando la fotocopia del documento e della ricevuta.
      Nel caso si rifiutassero di accettare il suo reclamo può agire facendo ricorso al corecom, il procedimento è completamente gratuito.
      La raccomandata a/r in ogni caso è il mezzo più efficace per far valere le proprie ragioni.
      Mi faccia sapere l’esito del reclamo
      Saluti
      Antonio

  44. posso recedere il contratto di tiscali senza pagare la penale dato che ho problemi che si disconette di continuo e addirittura pago una 20 mega mentre me ne arrivano solo 8

    1. Salve,
      le prospetto i seguenti casi:
      se sono trascorsi due anni dalla conclusione del contratto può recedere senza pagare costi di disattivazione per cambiare operatore in base al Decreto Bersani;
      Se non sono trascorsi due anni, può certificare la sua connessione con il programma misura internet, predisposto dall’Agcom e se i valori riscontrati non corrispondono alla banda minima garantita, nel suo caso di circa 10 Mb, ha il diritto di recedere dal solo servizio adsl senza pagare nessun costo. La procedura per effettuare la misurazione e scaricare il programma la trova a questo indirizzo https://www.misurainternet.it/
      Se non riesce ad effettuare la misurazione con il programma misura internet può procedere con la intimazione ad adempiere, definita messa in mora del creditore, in cui chiede il ripristino del servizio adsl senza interruzioni in un congruo termine (solitamente 15 giorni) pena la risoluzione del contratto senza il pagamento di costi aggiuntivi.

      La cessazione della linea comporta un costo di disattivazione che deve essere pagato dal cliente indipendemente dalla durata del contratto salvo il caso elencato sopra (velocità adsl al di sotto della bmg).

      Se invece vuole cambiare operatore può sottoscrivere l’abbonamento on line da questo sito procedendo dai link della pagina di comparazione delle tariffe che visualizza compilando il modulo.
      Saluti
      Antonio

  45. Buona sera,
    Io ho disdetto, inviando una raccomandata, un contratto TELETU voce-adsl,poichè ho cambiato casa.Ero loro cliente da quattro anni.
    Tutto ciò è avvenuto nel mese di giugno; il contratto sarebbe scaduto nel mese di novembre per questo, dopo qualche mese, mi hanno inviato una bolletta di 47,35euro per i costi di disattivazione.Io sempre a mezzo raccomandata ne ho richiesto la cancellazione,poichè non volevano fornirmi una spiegazione dettagliata di ciò che intendevano per costi di disattivazione:non avevo neanche il loro modem.Oggi mi ha contattato il recupero credito sostenendo che dovrò pagare a questo punto 61,11 causa ritardo nel pagamento. Vorrei sapere se è così devo rassegnarmi a pagare o gli addebbiti sono ingiustificati?ps:DOVENDO CAMBIAR CASA NON AVREI CMQ POTUTO TENERE ATTIVA LA LINEA FINO ALLA SCADENZA DEL CONTRATTO.
    Grazie
    ,

    1. Salve Anna,
      la disattivazione della linea comporta un costo sia che venga fatta prima della scadenza che alla scadenza naturale del contratto.
      Diverso sarebbe stato il caso in cui avesse fatto il passaggio ad altro operatore perchè avrebbe potuto opporsi citando il Decreto Bersani.

      Il passaggio di operatore infatti è a carico del nuovo gestore che si accolla le spese tecniche mentre in caso di disattivazione è il vecchio operatore che si occupa della cessazione della linea e le cui spese riversa sul cliente.
      Pertanto, mi spiace, non può opporsi all’intimazione di pagamento.
      Saluti
      Antonio

  46. salve a tutti,
    sto cercando di far valere il diritto di recesso esercitato nei confronti di teletu in quanto questa compagnia telefonica mi ha fatturato i costi di attivazione e disattivazione. Volevo chiedere un chiarimento: la raccomandata A/R deve essere spedita entro 10 giorni lavorativi oppure deve essere ricevuta da teletu entro tale termine?

    Grazie

    1. Salve Paolo,
      l’art. 64, 2 comma del codice al consumo così stabilisce:
      “la raccomandata si intende spedita in tempo utile se consegnata all’ufficio postale accettante entro i termini previsti dal codice o dal contratto, ove diversi.”
      Pertanto fa fede la data dell’ufficio postale nel momento di accettazione della raccomandata salvo che nel contratto dell’operatore non sia indicato un termine diverso.
      E’ importante precisare che la raccomandata può essere anticipata via fax a cui deve seguire la spedizione entro 48h
      Saluti
      Antonio

  47. salve, vi descrivo sinteticamente il mio caso. sono titolare di 2 utenze una 0881 ed una 011.
    ad agosto di quest’anno in bolletta vedo comparire delle modifiche del contratto unilaterali, decidendo di non accettarle mando una raccomandata per la disdetta dell’utenza 011 e nella stessa comunico che migrerò l’utenza 0881 ad altro operatore per lo stesso motivo.
    nella raccomandata indico i miei dati anagrafici numero cliente ed utenze ed il NUMERO della fattura.
    entro una trentina di giorni mi viene staccata l’utenza 011 e dopo qualche giorno ancora ricevo una mail dove mi comunicano il procedimento della migrazione dell’utenza 0881 con i relativi costi per la cessazine.
    pochi giorni fa ricevo la fattura di infostrada dove mi vengono addebitti, oltre ai consumi, anche euro 65 per cessazione dell’utenza 011 ed altri 65 euro per la migrazione dell’utenza 0881.
    contatto il 155 un operatore mi conferma che la procedura da me inoltrata è giusta nel caso dell’utenza 011 ma nel caso di migrazione avrei dovuto pagare 35 euro come spese sostenute dalla infostrada.
    dopo una decina di giorni richiamo il 155 per sapere l’esito del reclamo e mi comunicano che questo è stato respinto in quanto ho inserito un NUMERO errato di fattura. io verifico e prendo atto obiettando però il fatto che ci fossero altri parametri atti ad identificare la fattura ed ancora la richiesta impropria per i costi dell’utenza 0881.
    volevo ora chiedere se il totale richiesto da infostrada è giusto, facio però notare come nella stessa fattura si fa riferimento, per esercitare il recesso senza penali, ad una sola raccomandata da inviare entro 30 giorni avendo cura di citare la legge, cosa che ho fatto.
    io ho chiesto il numero di cc postale e volevo provvedere al versamento della mia fattura scorporando i 95 euro (65€ costi cessazione linea 011 +30€ costo erroneamente addebitato per l’utenza 0881) ancora scorporando anche i 3,5€ di costo della raccomandata che invierò ad infostrada spiegando le mie ragioni.
    attendo informazioni e suggerimenti in merito.
    vi ringrazio anticipatamente.

    1. Salve
      la modifica unilaterale del contratto ti permette di non pagare i costi di recesso.
      Il tuo caso è particolare perchè hai due linee ma non dovresti pagare nè i costi di disattivazione nè di migrazione se hai esercitato la disdetta nei termini indicati.
      L’errore della fattura nel reclamo non mi sembra avere il carattere di essenzialità per cui potresti secondo me agire tramite il Corecom del tuo capoluogo o presso la camera di commercio della tua città se il capoluogo di regione è distante dalla tua residenza.
      Il modello da compilare é il formulario Ug in cui è indicata la voce errata fatturazione e se lo presenti al Corecom non devi affrontare spese aggiuntive.
      Saluti
      Antonio

  48. salve io volevo solo disattivare l’adsl e consegnare il modem se necessario….la linea telefonica la mantengo….non voglio cambiare operatore…..disattivando l’adsl ke ho attivato circa tre anni fa dovrei pagare qualke penale.?’??la ringrazio…

    1. Salve,
      la disattivazione anche di un solo servizio ha un costo il cui importo è previsto nelle disposizioni contrattuali del proprio abbonamento.
      Anche se sono trascorsi tre anni tale costo è addebitato al cliente.
      Per il modem faccia riferimento alla risposta precedente.
      Saluti
      Antonio

  49. salve volelo sapere come disdire l’ adsl infostrada ke ho attivato ormai da piu’ di 2 anni… devo pagare una penale ??
    ed inoltre ho in comodato d’uso il modem…come lo restituisco ??? c’e’ da pagare una penale anke x esso ?? grazie mille…

    1. Salve,
      per il modem occorre fare riferimento alle clausole del contratto che le è stato inviato quando ha sottoscritto l’abbonamento perchè sono cambiate nel frattempo le condizioni che regolano il noleggio.
      Attualmente è previsto che decorsi 2 anni, il cliente diventa proprietario del modem con un addebito di 1€ in fattura. Deve contattare comunque il 155 per comunicargli la dismissione del modem per non pagare il canone mensile.
      Per la disdetta occorre distinguere se vuole recedere da infostrada per avere un altro operatore, in questo caso prima sottoscriva il contratto con il nuovo gestore e successivamente quando la pratica è avviata spedisca per sicurezza una disdetta ad infostrada in cui comunica il passaggio e la portabilità del numero presso l’altro operatore.
      Trascorsi i due anni non sono da pagare i costi del passaggio in base a quanto stabilito dal Decreto Bersani. Se le venissero addebitati nella fattura li contesti con una raccomandata a/r.

      Nel caso in cui voglia cessare la linea deve inviare una raccomandata in cui comunica il recesso dall’abbonamento e la disattivazione della linea. I costi per la disattivazione sono da versare perchè sono costi che l’operatore effettivamente sostiene.
      Può scaricare i modelli per la disdetta o per eventuali reclami dalla pagina apposita del sito scarica i modelli scegliendo l’opzione che le interessa.
      Per sottoscrivere un altro abbonamento le ricordo che può farlo dal sito trovatariffe, dalla pagina di comparazione, seguendo i link degli operatori.
      Saluti
      Antonio

  50. salve, un anno fa, in agosto 2010, ho fatto disdetta per un contratto telecom buisness.

    la linea non è stata disattivata perchè dicevano che mancava il documento di un legale rappresentante nella raccomandata e fino a marzo, data in cui ho mandato il fax del documento, ho ricevuto bollette per quella linea.

    ora ho ricevuto una bolletta con tutti gli importi che non ho pagato, da agosto a marzo.
    ho chiamato per dire che avevo fatto disdetta in agosto e l’operatrice ha detto che per loro la disdetta ha valore solo da marzo.

    mi sento un po’ raggirato, per vari motivi, tra cui il fatto che il documento era presente nella raccomandata e che l’operatrice mi aveva assicurato che mandando il fax la disdetta sarebbe decorsa da agosto e non da marzo.

    saluti, riccardo

    1. Salve Riccardo,
      io le consiglio innanzitutto di contestare la fattura per gli importi che decorrono dai 30 giorni successivi alla disdetta che ha fatto ad agosto, pertanto il periodo di fatturazione da settembre a marzo.
      Per il periodo antecedente, occorre pagare l’importo della fattura perchè rientra nei termini prescritti dalla legge in cui il contratto ha ancora validità.
      La contestazione le permette di interrompere il termine di pagamento della fattura e deve motivare la contestazione con il fatto che lei aveva già inviato in allegato il documento di identità alla disdetta.
      Se le viene rifiutato il reclamo possiamo valutare il ricorso al corecom della sua regione.
      A tal fine può contattarci attraverso la pagina dei modelli opzione risarcimento.
      Saluti
      Antonio

  51. salve sono Giuseppe. in questi giorni stiamo valutando di passare a infostrada ma verificando le condizioni che mi hanno proposto ci ho ripensato.vi è soltanto che mi hanno fatto la proposta vocale..mi hanno detto che mi arriverà a casa il contratto da firmare..ma se volessi annullare la registrazione vocale è possibile o devo aspettare che mi arrivi il contratto e poi disdirlo. Posso eventualmente contattare il mio attuale gestore che è telecom e chiedere a loro aiuto?
    grazie mille

    1. Salve Giuseppe,
      la proposta vocale se intesa come registrazione in cui l’operatore le ha fatto delle domande e lei ha risposto affermativamente, vale già come conclusione dell’accordo tra le parti, così recita la guida dei diritti dei consumatori 2011 redatto dall’Agcom, e la firma del contratto è una formalità la cui mancanza non preclude l’efficacia dello stesso.
      Per annullare la registrazione deve recedere dal contratto esercitando il diritto di ripensamento entro 10 giorni lavorativi dalla conclusione del contratto.
      Deve inviare una raccomandata a/r ad Infostrada, se vuole può anticiparla via fax e inviare entro 24h la raccomandata, in cui comunica di esercitare il diritto al ripensamento in base alla legge del codice al consumo che regolamenta i contratti conclusi a distanza.
      Il modello lo può scaricare qui https://www.trovatariffe.it/modulistica
      scegliendo l’opzione ripensamento.
      Non deve pagare nessun costo e conservi la ricevuta della raccomandata come prova documentale in caso di contestazioni.
      Saluti
      Antonio

  52. Buongiorno Antonio ,la prego di perdonarmi ma non trovo la mail privata che mi ha mandato.Sarebbe cosi’ gentile da rimandarmela visto che non ho risposte.Grazie mille.

  53. buonasera..da pochi giorni sono passato da telecom ad infostrada,e attualmente sto utilizzando il modem Alice Gate(quello bianco con le 2 antenne) per connettermi ad internet.Ma ora,siccome ho chiuso con la telecom,il loro modem lo devo restituire??oppure dopo un certo limite di tempo il modem diventa del proprietario=???

    1. Salve,
      il modem a noleggio, indipendentemente dalla durata del contratto, è da restituire alla Telecom tramite il negozio punto 187 oppure spedito al centro di Asti.
      In caso contrario potrebbero addebitarti il costo del modem.
      In aggiunta devi disdire il canone di noleggio mensile ed eventuali servizi opzionali che potrebbero rimanere attivi anche se hai cambiato operatore.
      Saluti
      Antonio

  54. rosada giovanni

    Buon giorno..con Vodafone ho accettato una promozione a internet con chiavetta al costo di 3o euro per tre mesi con possibilità di disdetta entro questo periodo se non si vuole continuare con l’abbonamento. Servendomi solo per le vacanze ho dato la disdetta tramite raccomandata prima della scadenza e al ritorno delle ferie Banco posta mi avvisa che Vodafone ha la autorizzazione a pagare le fatture cosa che immediatamente ho bloccato non dovendo nulla da pagare. Oggi ho ricevuto un bollettino di fattura da pagare di 103,01 euro con la voce depositi cauzionali. Telefonato a Vodafone mi dice che devo pagare che poi me li restituiscono..ma perchè devo pagare..? posso rifiutare…? Grazie…saluti….

    1. Buona sera
      Il deposito cauzionale è richiesto da Vodafone quando si sceglie come metodo di pagamento il bollettino postale. E’ una forma di garanzia per tutelarsi da mancati pagamenti e viene restituita al termine del contratto.
      Dato che il contratto è stato disdetto non avrebbe molto senso pagare il deposito cauzionale ma per non incorrere in solleciti di pagamento e altro ancora faccia riferimento al contratto che le è stato spedito alla stipula dell’abbonamento.
      Saluti
      Antonio

  55. Buongiorno,
    Telecom mi ha contattata per comunicarmi che il mio piano tariffario ( aziendale ) è scaduto. mi ha quindi proposto altri piani tariffari.
    Ma i piani tariffari hanno scadenza?
    Sono obbligata a cambiare tariffa?
    Grazie mille.
    Giovanna

    1. Salve Giovanna,
      gli abbonamenti aziendali della telecom possono essere stipulati anche a tempo determinato in occasione di fiere, mostre, esposizioni, congressi, manifestazioni sportive e altri casi elencati nelle CGC al punto 2. Non sei obbligata a cambiare tariffa tranne che nel caso siano state modificate le condizioni contrattuali. Fai riferimento al contratto che ti è stato dato al momento della stipula dell’abbonamento.
      Saluti
      Antonio

  56. Salve,
    ho da 3 mesi un abbonamento (della durata di 2 anni) con teletu a 18.90 al mese (per il primo anno) telefono + internet.
    mi è appena arrivata la fattura dove dicono che da novemre faranno un aumento e si può recedere senza penale entro 30 giorni.
    Significa che se passo ad altro operatore non pago i 70€ di disattivazione del servizio?
    Ho provato a chiamare teletu e mi hanno detto che se mando la raccomandata col diritto di recesso perdo il numero telefonico, è vero questo?
    grazie
    Saluti

    1. Salve Stefano,
      la modifica uniltaterale delle condizioni contrattuali ti permette di recedere senza sostenere i costi di disattivazione. Il codice al consumo all’art 70 comma 4 è chiaro in proposito in quanto stabilisce che
      Gli abbonati hanno il diritto di recedere dal contratto, senza penali, all’atto della notifica di proposte di modifiche delle condizioni contrattuali. Gli abbonati sono informati con adeguato preavviso, non inferiore a un mese, di tali eventuali modifiche e sono informati nel contempo del loro diritto di recedere dal contratto, senza penali, qualora non accettino le nuove condizioni.
      Devi fare una raccomandata a/r in cui indichi a Teletu che in riferimento alle modifiche contrattuali proposte nella fattura (cita i riferimenti della tua fattura) recedi dal contratto come previsto dall’ art. 70.4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche e chiedi il passaggio ad altro operatore ….. con portabilità del numero.
      Aggiungi alla fine questa clausola che ti tutela:
      In caso di ritardi ovvero assenza di linea telefonica o altro imputabili a TeleTu e senza un valido motivo, tutelerò le mie ragioni presso il CORECOM della mia regione.
      La raccomandata la devi inviare entro 30 giorni dalla notifica della fattura.
      Puoi sottoscrivere l’abbonamento con il nuovo operatore on line dal sito trovatariffe.
      Saluti
      Antonio

  57. Buongiorno,
    sto passando da tiscali ad infostrada poiche’ sono mesi che l’Adsl tiscali va a singhiozzi ela linea telefonica e’ continuamente disturbata.
    Al 130 sono irraggiungibili ormai da mesi,non risponde piu’ nessuno da nessuna parte.
    Esiste un modo per non pagare la migrazione visto che non avrei cambiato se non avessi seri problemi?
    Grazie mille
    Stefania

  58. Salve,
    Ecco la mia vicenda:

    Il 3 di agosto ho fatto richiesta di migrazione da telecom a tiscali attraverso il sito web.
    il 12 di agosto ricevo una telefonata da parte di un operatore tiscali, il quale mi conferma che da quel momento tutti i servizi di telefonia e adsl erano attivi.
    il 18 di agosto, cioè ieri, un operatore telecom mi contatta e mi chiede se ho fatto richiesta di migrazione verso telecom, assolutamente no rispondo io!

    In pratica scopro che tiscali ha sì prima attivato il servizio, ma a causa di un errore nella compilazione del form on-line per la richesta di migrazione, la richiesta non è stata accettata ed è quindi stata annullata.

    Ora mi ritrovo con un telefono senza linea telefonica e a dover pagare 96 euro a telecom per poter riattivare la linea.

    In pratica tiscali ha attivato la linea ancor prima di verificare tutti i dati della richiesta e adesso mi ha disattivato il servizio tra l’altro senza nemmeno fare una telefonata per avvisare del problema.

    Ieri ho trascorso 4 ore al telefono con i call center di entrambi gli operatore nel tentativo di risolvere il problema nel minor tempo possibile, ma dopo innumerevoli tentativi nessuno era in grado di aiutarmi, ne di fornirmi il codice di migrazione necessario per tornare a telecom.
    i miei nervi sono saltati definitivamente quando l’operatrice tiscali del numero a pagamento 199 mi ha risposto: “io non so come aiutarla!”.

    Vi prego di darmi un consiglio su come procedere per risolvere questa situazione, è veramente importante.
    Grazie in anticipo.

    1. Salve Filippo,
      l’esistenza di un vizio di forma del contratto poteva essere sanato da tiscali con una telefonata tanto è vero che la registrazione vocale vale come contratto.
      Potrebbe innanzittuo capire il motivo per cui le è stato annullato il contratto e se possibile riattivarlo con tiscali.

      Io le consiglio di inviare una raccomandata a/r a tiscali in cui chiede il motivo della risoluzione del contratto e se possibile sanare il vizio di forma. Inoltre menzioni di rivolgersi al corecom per la mancata accettazione del contratto, in modo da sollecitare il prima possibile la soluzione del suo caso.
      Saluti
      Antonio

  59. Maria Mangano

    Vi scrivo perchè mi sono pentita della Vodafone Station ,la Station va bene ,non vanno

    bene le altre cose.Chi è venuto a fare il contratto non ha detto tutte le condizioni se no

    la vodafone Station non l’avrei mai fatta,troppo cara ,intanto g 22 luglio 2011 ho pagato i

    primi 70 E. compresi la cauzione di E 20 che la bolletta arriva a casa Sono stata attivata

    ad internet al 7 di giugno 2011.Ai primi di Agosto arriva un ‘altra bolletta di E 46 x

    parecchi bimestri e x soli 2 mesi pagherò E 38.Dico io dove sono i 19 +19 =38 ogni 2 mesi

    ? Finito l’anno sono E 88 ogni 2 mesi .CHI è venuto ha detto che sarebbe aumentato

    di poco ,ma x carità era meglio che stavo con la Telecon ,l’ADSL andava benissimo

    ,cambiando ho perso anche la cauzione di Telecom ,che se la rivoglio mi tocca ripagare,con

    Telecom pagavo ogni 2 mesi dai 60 ai 70 E con la DSL 24 SU 24 ,però non avevo le

    telefonate senza limiti.La mia rabbia è, perchè non dicono tutto ,allora in questo modo

    fregano la gente.Quello che è venuto ha anche sbagliato il mio indirizzo sebbene l’ha

    letto sulla carta d’identità e sulle bollette telefoniche,la bolletta è arrivata al

    vecchio indirizzo che è 7 anni che non abito più,aveva fretta di andare via dato che aveva fregato il pollo.
    Ho fatto 3 e- meil a Vodafone con 2 allegati della bolleta con indirizzo sbagliato senza

    ricevere una risposta ,una vera serietà.

    Avevo un’agevolazione col cellulare e potevo chiamare urbani ed interurbani,l’ho disdetta

    x intrappolarmi con la Vodafone Station,che stupida sono stata!in giro ci sono un sacco di

    trappoloni.Voglio solo sperare che vada sempre bene ad internet questa Vodafone

    Station.Di come avevo capito era solo x un anno ,invece adesso escono fuori che è x 2 anni ,e se prima che scade l’anno mi voglio togliere cosa devo fare ?mi faranno pagare la penale anche se spedisco il modem della Vodafone Station Saluti

    1. Salve Maria,
      capisco lo sfogo per aver ricevuto informazioni poco chiare da chi le ha fatto sottoscrivere il contratto.
      Tuttavia Vodafone ha costi lievemente inferiori rispetto a quelli di Telecom e nel suo caso il costo maggiore è dovuto al diverso piano tariffario attivato, come ha rilevato anche lei.

      Se vuole disattivarsi da Vodafone il costo è di 60€ + il costo della vodafone station (che deve essere consegnato), il cui importo è variabile fino ad un massimo di 129€ quale valore dell’apparecchio ceduto in sconto merce al momento dell’attivazione.
      La cauzione da lei versata le verrebbe restituita successivamente al pagamento delle fatture.
      Io le consiglio di aspettare la fine della promozione (la durata dovrebbe essere di 12 mesi) e successivamente chiedere il passaggio alla tariffa adsl flat il cui costo è di 34 € mensili e verrebbe a pagare un costo lievemente più basso rispetto alla telecom, in più ha la interne key, servizio non compreso nell’offerta telecom.
      Se vuole sapere se le conviene aderire ad un piano tariffario con chiamate a consumo compili il modulo sul sito trovatariffe ed avrà una panoramica delle tariffe rapportate ai suoi consumi.
      Saluti
      Antonio

  60. Salve Francesca,
    capita sovente che gli Operatori dei call center diano informazioni contrastanti.
    Per sicurezza io Le consiglierei di seguire la procedura della consegna del telefono voip presso il centro di Asti anche se non perfettamente integro, avendo cura di conservare la ricevuta della spedizione.

    Per quanto riguarda il noleggio del modem, sottoscrivendo il nuovo contratto si applicano le nuove condizioni. Se nel momento della sottoscrizione ha inserito modem a noleggio pagheresti le nuove condizioni di noleggio altrimenti quelle del vecchio contratto.

    Le consiglio per avere certezza dei costi della bolletta di registrarsi sul sito della Telecom, inserendo i dati dell’intestatario della linea, in modo da visualizzare i servizi attivi, il tipo di contratto stipulato, il noleggio degli apparecchi, ecc. inoltre può visualizzare in tempo reale lo stato di una pratica oppure aderire ad un altro piano tariffario sempre dallo stesso sito
    Saluti
    Antonio

  61. Salve,
    Oggi ho fatto richiesta a Telecom per passare dall’opzione Alice Tutto Incluso (contratto stipulato 4 anni fa) a Tutto Senza Limiti. Mi è stato detto che posso continuare a navigare con il modem (Alice Gate W2+) ricevuto con la sottoscrizione della vecchia offerta ma che devo restituire il telefono VoIP (Aladino) spedendolo alla casella postale di Asti presente in bolletta.
    La scorsa settimana mia madre aveva chiamato il 187 per chiedere delle prime informazioni e l’operatrice le aveva detto che non era necessario restituire l’Aladino invece, la seconda linea e relativo numero sarebbe stati disconnessi ugualmente.
    Quale tra le due operatrici ci ha dato l’informazione esatta?
    Inoltre, il telefono VoIP non è più completamente integro, in caso di restituzione dovrei pagare una penale per i “danni”?
    Ultima domanda: è esatto che posso continuare ad usare lo stesso modem? Ci saranno costi di noleggio aggiuntivi?
    Grazie mille.
    Francesca

  62. Salve Bernard,
    mi spiace ma nel contratto non sono previsti casi in cui il cliente possa essere esonerato dal pagare i costi di disattivazione per i motivi che hai elencato

    Possono essere previste delle agevolazioni come fa Telecom con il canone che riduce a chi non supera un certo reddito.

    I costi che devi sostenere sono dovuti per la cessazione della linea e devi aggiungere i costi della vodafone station che Vodafone fissa di importo variabile fino a un tetto massimo.
    Saluti
    Antonio

  63. benard drrasati

    salve io ho un contrato con la vodafone e ho come contrato adsl datti pero vorrei disdire il contrato per motivi personali cioe ke vdo all estero . e posibile che la vodafone mi cerca la penale. grazie anche se sono stato licenziato dalla ditta dove lavoro :.

  64. Salve Gianni,
    la portabilità del numero deve essere richiesta dal cliente quando procede nel passaggio di Operatore.
    Il codice di migrazione, necessario per cambiare Gestore, identifica l’utenza della linea che viene trasferita al nuovo Operatore e la procedura si realizza solitamente in 30 giorni. Accade a volte però che il vecchio Operatore faccia resistenza nel distacco della linea per cui i tempi si allungano con il rischio di un eventuale perdita della numerazione vecchia e conseguente assegnazione di una nuova numerazione.
    Nel tuo caso mi sembra strano che Teletu faccia resistenza poichè fa parte del gruppo Vodafone e non dovrebbe esserci questa ostilità.

    In ogni modo ti consiglio di sottoscrivere l’abbonamento con Vodafone, dopo alcuni giorni invia una raccomandata a/r a teletu con la disdetta dell’abbonamento per passaggio a Vodafone con la portabilità del numero e l’avvertimento che se non è completato il distacco entro 30 giorni ti rivolgi al Corecom.
    I costi per il passaggio di Operatore nel tuo caso non sono dovuti e contestali se ti venissero addebitati stornandoli dal conto della fattura di Teletu.
    Puoi scaricare il modello della disdetta a Teletu dalla sezione modulistica del sito e sottoscrivere l’abbonamento a Vodafone dalla pagina della comparazione delle tariffe a cui accedi compilando il modulo sopra indicato nella pagina.
    Saluti
    Antonio

  65. Ho un contratto con teletu (prima tele2) da novembre 2007 tutto compreso voce ed adsl illimitata.
    Vodafone mi propone un altro contratto, in offerta, che a me sembra più vantaggioso ma mi dice che non posso mantenere il mio vecchio numero perchè teletu nel caso di nuovo contratto con altro operatore lo impedisce. Inoltre mi dice che devo pagare € 50,00 per il distacco (sempre perchè lo impone teletu) ed ulteriori € 46,00 da spalmare sulle rate mensili del contratto (12 mesi) come commissioni di attivazione con vodafone.
    A mio avviso se voglio cambiare operatore non possono obbligarmi a cambiare numero e dopo oltre tre anni di contratto non possono addibitarmi € 50,00 che ne pensate?

  66. Salve Bruno
    non ci risulta che non sia possibile attivarla. E’ vero che la Telecom, in virtù del fatto di essere proprietaria dell’ultimo miglio, deve provvedere ad installare una coppia di nuovi fili ma deve farlo su richiesta di Infostrada e gratis.

    Quanto sopra detto è confermato nella pagina del loro sito http://assistenza.libero.it/adsl/requisiti.phtml per cui riprova a telefonare al servizio clienti per ottenere ciò che ti spetta di diritto
    Saluti
    Antonio

  67. Buongiorno.
    Ho un contratto per linea ISDN con Infostrada ed ho richiesto ,per mutate condizioni di utilizzo , che la stessa venga trasformata in analogica .
    Mi e’ stato risposto che cio ‘ non e’ possibile poiche’ la linea e’ originaria di Telecom (poi trasferita ad INFOSTRADA ) e pertanto per loro non e’ possibile eseguire tale intervento .
    Corrisponde al vero ?

  68. Salve Stefano,
    per aiutarti bisognerebbe vedere che tipo di abbonamento hai sottoscritto e il cellulare che hai ordinato.
    Gli abbonamenti hanno durata minima di 1 anno e il recesso anticipato ti viene a costare 100€ + il costo del cellulare.
    Viste le scarse informazioni che hai avuto dal call center potresti registrarti sul sito di Vodafone per visualizzare il tuo profilo e il consumo che hai effettuato.
    Saluti
    Antonio

  69. Ho sottoscritto un contratto in abbonamento con vodafone per avere un cellulare dopo averli contattati e mi avevano assicurato che avrei pagato solo il telefono 20 € al mese piu le telefonate invece ho pagato 150 al momento del contratto poi la prima bolletta altri 150 e adesso la seconda bolletta 120€. Posso disdire l abbonamento tenendomi il cellulare e quanto dovrei pagare di penale?
    Grazie

  70. In base al Decreto Bersani e alle Associazioni dei consumatori non sono da pagare i costi di disattivazione quando si cambia Operatore ma unicamente quando si cessa la linea definitivamente.
    Di fatto però gli Operatori inseriscono clausole che aggirano la norma considerando la disattivazione come ristoro dei costi sostenuti al momento dell’attivazione (che sono sempre gratis).
    Nel tuo caso visto che eri abbonato da due anni, quest’ultima clausola non è stata inserita nel contratto per cui contesta la pretesa dei 40€ di penale con raccomandata a/r citando il Decreto Bersani con la dichiarazione di rivolgerti al Corecom regionale nel caso non venisse accolta la contestazione.

  71. renzetti ezio

    sono uscito da infostrada dopo i due anni di contratto ora mi chiedono 40 piu40 euro di penale ma li devo pagare?

  72. Ciao oggi ha chiamato teleunit non so chi sia e ha risposto mia sorella la quale ingenua ha stipulato un contratto a voce. Poi ho chiamato io ma mi rispondono che gia aveva fatto il contratto ma io non voglio aver a che fare con loro. Che poi mia sorella non è l’intestataria della linea. Cosa posso fare?

    1. Invia una raccomandata a/r di disdetta alla sede legale dell’azienda entro 10 giorni dalla stipula del contratto per non pagare nessuna penale.
      L’indirizzo al quale spedire è indicato qui sotto:
      Teleunit, Località Sant’Andrea delle Fratte
      06129 Perugia
      Conserva la ricevuta di ritorno perchè fa prova per eventuali pretese creditorie da parte dell’operatore.
      Il modello da utilizzare per presentare la disdetta lo trovi qui https://www.trovatariffe.it/confronto-tariffe-fibra/articoli/quando-recedere-da-un-contratto-concluso-on-line-senza-pagare-la-penale.html
      Affrettati a fare la raccomandata!
      Ciao

  73. Pingback: Moduli per la disdetta dei contratti adsl e telefono | Trovatariffe.it

  74. Confermo che il costo di attivazione per rientrare in Telecom è di 96 €.
    Per recedere dal contratto hai la possibiltà di farlo senza pagare nessuna penale esercitando il diritto di ripensamento. Spedisci una raccomandata a/r entro dieci giorni lavorativi dalla data di sottoscrizione del contratto all’indirizzo:
    Telecom Italia S.p.A.
    Casella Postale 82
    14100 – Asti
    La lettera dovrà contenere i seguenti dati:
    Nome, Cognome, Codice fiscale, Numero telefonico,
    Data del contratto, il
    ripensamento sulla richiesta di Rientro in Telecom Italia ai sensi degli art. dal 45 al 68 del codice al consumo, data e firma.
    Dovrai allegare un documento di identità di chi ha sottoscritto il contratto e restituire evenutali apparecchiature ricevute.
    Il ripensamento interromperà la procedura di rientro e la situazione della tua linea resterà identica a com’era prima della richiesta.
    Puoi anche anticipare la lettera via fax a cui fai seguire la raccomandata entro il termine dei dieci giorni.
    Spero di esserti stato di aiuto.
    Ciao

  75. salve , sono un cliente di infostrada e oggi 04-12-2010 o appena firmato un contratto con telecom italia che include alice e telefonate ,ma e vero che rientrando in telecom italia si paga il contributo di attivazione linea da 96.00 euro? mentre invece l’addetto che mi a stipulato il contratto mi diceva che e gratuito rientrare in telecom italia . o chiamato il 187 e loperatore dice che il contributo di attivazione linea si paga,ora mi sento deluso di aver firmato per l’attivazione e di essere stato raggirato da queste false persone che vanno in giro ,cosa posso fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *