Chiavette internet: stop alle bollette con cifre astronomiche

  logo-fastwebCasa     25,95 euro
solo per pochi giorni!!
offerta limitata! verifica la disponibilità

 logo-vodafone  Internet unlimited 
a   27,99 euro al mese
vai all'offerta

E’ stata approvata dall’ Agcom all’inizio di Agosto una delibera (delibera 326/10/CONS) che regolamenta le tariffe dei dispositivi mobili e in particolar modo le chiavette internet usb.

Premesso che i costi tariffari previsti per i dispositivi usb si basano sul plafond, un margine prefissato di traffico superato il quale i costi aumentano considerevolmente, il provvedimento dell’Agcom interviene a tutela del cliente affinchè questi sia messo a conoscenza dei costi che sta effettuando una volta superato il plafond della tariffa a tempo o a volume.
Le nuove misure si concretizzano negli obblighi imposti agli Operatori di Telefonia mobile di indicare al cliente le varie soglie di consumo tra le quali scegliere.
All’approssimarsi della soglia prescelta l’utente sarà avvertito tramite uno specifico avviso
– un sms, un messaggio di posta elettronica o una finestra di “pop-up” sul proprio pc – del raggiungimento del tetto di spesa, del credito residuo, del passaggio ad un’eventuale altra tariffa e del relativo costo. E qualora il cliente non abbia dato, anticipatamente e per iscritto, indicazioni diverse, superato il plafond scatterà lo stop alla connessione.
Gli operatori mobili dovranno adeguare i propri sistemi a quanto previsto dalla delibera in tema di controllo della spesa entro il 1° gennaio 2011.
Nel caso in cui la scelta della soglia di consumo non sia avvenuta, a decorrere dal 1 gennaio 2011 si applicherà automaticamente un limite per traffico dati nazionale di € 50 per i clienti privati e € 150 per i clienti business.

E’ senza alcun dubbio una notizia molto positiva che l’Agcom regolamenti la connessione dati che si caratterizza per procedure poco trasparenti e costi ingiustificati a carico del cliente. Può capitare perfino di continuare a navigare tramite la chiavetta staccata dal pc quando non è stata sconnessa seguendo la procedura corretta.
La delibera pertanto mira a tutelare il cliente da possibili addebiti inconsapevoli causati da un traffico fuori controllo.

Sarebbe auspicabile che gli Operatori si adeguassero quanto prima alla Delibera e vorremmo anche che l’Agcom sollecitasse gli Operatori Telefonici ad inserire nei loro piani tariffari una tariffa a consumo, che preveda solo il costo in base al tempo di collegamento o al volume di traffico scambiato senza l’obbligo di sottoscrivere un abbonamento mensile. Si verrebbe così incontro alle esigenze di quella fascia di clienti che utilizzano sporadicamente la chiavetta internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *