Apple e le ragioni del successo dell’Iphone 4 (parte prima)

 
Condividi

  logo-fastwebCasa     25,95 euro
solo per pochi giorni!!
offerta limitata! verifica la disponibilità

 logo-vodafone  Internet unlimited 
a   27,99 euro al mese
vai all'offerta

Il caso “antennagate” come è stato ironicamente definito da Steve Jobs il problema della ricezione dell’Iphone nella conferenza tenuta nel quartier generale della Apple il 16 Luglio scorso si è ridimensionato dal punto di vista mediatico.

Gli store informatici, malgrado l’ammissione da parte della Casa madre di un difetto di ricezione, continuano ad essere subissati di richieste per l’acquisto del telefonino e le prenotazioni superano di gran lunga la disponibilità.
Ciò ci induce a considerare che il successo commerciale dell’Iphone sia da imputare a diversi fattori: in primo luogo alla qualità del prodotto il cui difetto è ritenuto irrilevante e tale da non inficiare la validità di esso;
in secondo luogo alla forza simbolica del prodotto. Possedere un Iphone costituisce uno status symbol, si entra a far parte di una elite e rappresenta una forma di avanzamento di classe sociale.
Dal punto di vista di un analisi sociologica si inquadrerebbe in un fenomeno dell’inconscio che spinge gli individui con personalità meno sicure ad acquistare il prodotto per affermarsi, distinguersi, omologarsi, farsi accettare dallo strato sociale a cui appartengono o nel quale desiderano inserirsi. Anche se non si utilizzasse, per assurdo, l’importante è averlo e farsi notare. Eventuali difetti di fabbrica non sarebbero dei motivi sufficienti per non comprare questo prodotto e preferirne altri.

Merito della Apple è quello di essere riuscita a creare un fenomeno di costume sulla base di una esperienza derivante da un rapporto privilegiato con la propria clientela composta soprattuto da giovani e da uno zoccolo duro di affezionati di tutte le età.

Parte seconda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *