Teletu: i nuovi costi di disattivazione e le caratteristiche


Articolo aggiornato al 2014
L’Operatore Teletu, rebranding di Tele2 prima che venisse acquistata dalla società Vodafone, ha modificato recentemente le proprie condizioni contrattuali per le proprie tariffe.
Dall’importo di 48€ rateizzato nell’arco di 24 mesi al costo di 2€ mensili si è passati a circa il doppio: 108 € se si sceglie di pagare in rate mensili di 3€ per 36 mesi o 99€ da pagare in un unica soluzione.

Il recesso del contratto prima della scadenza dei due anni implica il pagamento delle rate mancanti come corrispettivo dei costi di disattivazione.
Per esempio il recesso dopo 1 anno di contratto comporta il pagamento della disattivazione di 72€.
Bisogna poi distinguere se la risoluzione del contratto è finalizzata alla cessazione della linea e conseguentemente alla perdita del numero o invece alla migrazione.

Nella prima ipotesi è addebitato un ulteriore importo di 70€ quale costo di disattivazione fissato dall’operatore e pubblicato sul sito aziendale sotto la voce trasparenza.

Nell’ipotesi della migrazione per il profilo voce o voce + adsl i costi di disattivazione richiesti da Teletu ammontano per entrambi i casi a 40€.

Tutti gli importi al pari di quelli per la disattivazione della linea sono fissati discrezionalmente e approvati dall’Autorità.

In base ad una decisione della Direzione tutela dei consumatori i costi del recesso sono dovuti quando connessi alla lavorazione della pratica secondo un criterio di causalità economica e pertinenza.

D’altro canto l’approvazione dei costi di migrazione da parte dell’Autorità legittima la richiesta degli operatori generando un grado di incertezza in merito all’applicazione del Decreto Bersani.
La durata del contratto diventa il criterio ultimo per stabilire quando i costi del passaggio di operatore sono dovuti.
Dopo la scadenza del contratto l’utente ha diritto di vedersi riconosciuto il passaggio senza oneri aggiuntivi e se fossero addebitati deve contestarli in prima istanza all’operatore e in seconda istanza promuovendo un tentativo di conciliazione al Co.re.com.
Se il contratto ha durata illimitata, decorsi 2 anni l’operatore si è rifatto dei costi sostenuti per l’attivazione del servizio ed è legittimo contestare la fattura tramite raccomandata a/r.
Il costo addebitato per il cambio di operatore entro i 2 anni è da ritenersi legittimo.



Teletu è stata più volte sanzionata dall’Autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni per aver imposto i costi di disattivazione ai propri clienti che lasciavano Teletu per un altro Gestore.
Costi che non erano dovuti perchè, secondo quanto disposto dal Decreto Bersani, non corrispondevano a spese effettivamente sostenute dall’Operatore.

Con le nuove disposizioni Teletu ottempera alle diposizioni legislative, fa chiarezza sui costi che sono applicati e mette in pratica il principio di trasparenza contrattuale.

Le nuove condizioni si applicano ai nuovi contratti mentre per quelli stipulati nel periodo antecedente rimangono in vigore le vecchie disposizioni.

Le offerte sottoscrivibili con il contributo di attivazione sono quelle previste per il profilo voce flat “Senza pensieri” e “Mini” con scatto alla risposta di 18 cent./€,
Adsl e voce “Tutto compreso” flat e “Tutto per te” con lo scatto di 18 cent./€
e per il profilo “Adsl senza limiti” senza la linea voce.



Articoli correlati:
Fastweb: costi di disattivazione e caratteristiche
Modelli per recedere dal contratto
Risponde l’esperto

126 Comments
  1. Buongiorno..
    leggo che TeleTu non dovrebbe applicare nessun costo di disattivazione del servizio se si passa d un altro gestore. Mia madre ha da poco cambiato gestore e TeleTu vuole €40,00 euro per la disattivazione..allora? che si deve fare? pagare? o no? è regolare?
    Grazie dell’attenzione
    M.Grazia

  2. Confermo, Teletu chiede 40 euro per la disattivazione, e l’altro operatore ne vuole probabilmente 96,00 a seconda del codice di migrazione. Forse conviene tagliare i fili e… grazie e arrivederci?

  3. @Grazia
    Salve Grazia,
    i costi di disattivazione sono un argomento di discussione dibattuto perchè ci sono diverse interpretazioni sulle clausole contrattuali e inoltre chi dovrebbe chiarire ed ha l’autorità per farlo, non lo fa come si richiederebbe.
    Ma veniamo alla questione, occorre prima di tutto riferirsi al contratto. Se questo contempla costi di disattivazione per il caso di recesso anticipato occore valutare quanto tempo è trascorso dalla conclusione del contratto.
    Se da molti anni che è stato stipulato, non occorre pagare i costi di disattivazione.
    Se nel contratto è previsto che il costo di disattivazione va pagato come costo di ristoro per i costi sostenuti al momento dell’attivazione, questi vanno pagati indipendentemente dal decorso dei 2 anni di contratto.
    Se la tua situazione rientra nel primo caso devi comunque inviare una raccomandata a teletu in cui contesti l’importo dei 40€ perchè il Decreto Bersani ha abolito tali costi.
    Come vedi, gli operatori rendono la vita difficile in modo che il cliente pur di non avere grattacapi paghi anche se non è tenuto a farlo.
    Saluti
    Antonio

  4. @Rossana
    Salve Rossana
    la tua soluzione viene in mente a molti, ma poi non considerano che avranno delle “visite non gradite ” di esattori delle tasse.

    Non contestare le fatture o non pagarle, mette in moto la procedura di riscossione che porta la somma iniziale ad aumentare e società di recupero crediti pronte a riscuotere.
    Spero che questo servizio sia di aiuto nel gestire problematiche di tale tipo.
    Saluti
    Antonio

  5. Buongiorno, ho inviato raccomandata a Tele Tu per chiedere disattivazione del servizio (passo a Vodafone ma per farlo ho dovuto perdere il numero con Tele Tu (essendo ora appartenente al gruppo Vodafone) e chiedere appunto disdetta).
    Ieri mi hanno chiamato e minacciosamente (il tono era proprio questo) mi hanno avvisato del costo di disattivazione di 70€ (!). Il contratto è stato stipulato nel 2009. Sono dovuti questi soldi? Grazie mille per la risposta!

    • Salve,
      non era necessario chiedere la disattivazione del servizio con teletu ma poteva fare il passaggio con il codice di migrazione. Le due società Teletu e Vodafone fanno parte dello stesso gruppo ma hanno mantenuto gestioni separate.
      Il costo di disattivazione è da pagare indipendentemente dalla durata del contratto quando si tratta di cessare la linea come nel suo caso in cui ha purtroppo perso il numero telefonico.
      Diverso il discorso se avesse migrato perchè decorsi i due anni dalla data del contratto non avrebbe pagato il costo del passaggio o per lo meno avrebbe pagato meno rispetto alla disattivazione, circa 35€ .
      Anche se sono dovuti i 70€ ciò non giustifica in nessun modo il tono della telefonata che ha ricevuto. Se vuole potrebbe fare una segnalazione all’Autorità per le Garanzie delle telecomunicazioni a questo indirizzo email denunce_ugsv@cert.agcom.it compilando il modulo D.

      Le consiglio prima di sottoscrivere qualsiasi abbonamento di leggere la guida per cambiare operatore.
      Saluti
      Antonio

  6. Salve, putroppo mi trovo nella stessa situazione della signora francesca e proprio oggi ho ricevuto una telefonata da operatore teletu dai toni aggressivi, mi hanno detto che dovrò pagare 70 euro per la disattivazione della linea
    Anch’io sono passata a Vodafone e sono stati proprio loro a dirmi che era necessario attivare una nuova linea con perdita del vecchio numero ecc… perchè trattandosi di teletu una semplice migrazione/portabilità non si poteva fare!!!! come mai?
    grazie mille per la risposta
    cordiali saluti

    • Salve Katia,
      mi sembra alquanto strano comunque chiederò informazioni all’Agcom.
      Mi interesserebbe sapere se il numero telefonico che aveva con teletu era nativo con lo stesso operatore oppure avevate prima la telecom e poi siete migrati con teletu.
      Questo per avere un quadro preciso nel chiedere le informazioni all’Agcom.
      Saluti
      Antonio

  7. Salve Antonio, prima di teletu avevamo telecom e poi quindi il passaggio a teletu mantenendo lo stesso numero senza pagamento del canone.
    Siamo stati clienti teletu dal 2007
    Ho chiesto più volte spiegazioni sulla necessità di attivare addirittura una nuova linea per passare da teletu a vodafone ma sia la consulente vodafone che l’ operatrice telefonica non mi hanno mai dato una risposta convincente, anzi mi ripetevano ” perchè con teletu è cos’ì”
    mi piacerebbe vederci più chiaro…grazie mille!

  8. @ Francesca, @ Katia
    ho inviato la segnalazione all’Agcom e mi ha risposto che in questi casi si procede nella compilazione del modello D da trasmettere unicamente a mezzo posta elettronica all’indirizzo denunce_ugsv@cert.agcom.it

    La segnalazione consentirà all’Autorità dopo un approfondimento del caso insieme a quelle di altri utenti, di svolgere i propri compiti di regolamentazione, di vigilanza e di sanzione a tutela dell’utenza.

    Inoltre ho riferito la vostra esperienza ad una giornalista del quotidiano La Repubblica che ha pubblicato un articolo sui costi di disattivazione:
    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/12/07/telefoni-fissi-il-costo-dellinfedelta-stangata-se.html

    Saluti
    Antonio

  9. Buonasera Antonio, prima di tutto grazie mille davvero per la risposta (che ho ricevuto anche via mail) e per la sua collaborazione. E’ bello sapere che certi servizi funzionano! Per quanto riguarda il discorso della migrazione a Vodafone, è successa la stessa identica cosa di cui parla la signora katia e cioè è stato l’operatore di Vodafone stesso a dirmi che dovevo dare disdetta al contratto con Tele tu per poter passare a Vodafone…e ha anche aggiunto che non avrei pagato alcun costo di disattivazione. Nel mio caso tra l’altro il numero era nativo di Tele tu, non avendo alcun operatore prima. Ora…intanto ho revocato l’addebito in banca delle fatture Tele Tu. Per il momento non ho ancora ricevuto fatture Tele Tu con costi di disattivazione. Io seguirò il suo consiglio e compilerò il modello D di cui parla. Ma secondo lei c’è speranza di non pagare questo benedetto costo? Grazie ancora Francesca

    • Buonasera Francesca,
      siamo contenti che abbia apprezzato la nostra collaborazione in quanto fa parte del nostro lavoro che consiste nell’offrire agli utenti un servizio di consulenza.

      Anche io ringrazio lei perchè con la sua testimonianza insieme a quella di altre persone permettete di far conoscere situazioni che sicuramente non sono la prassi utilizzata dall’operatore cionondimeno assumono rilevanza dal punto di vista sanzionatorio e sono utili per dare informazioni su come affrontarle a chi si trovasse nella sua stessa situazione.

      Il costo di disattivazione di teletu non sarebbe tenuta a pagarlo perchè lo sbaglio è dell’operatore di Vodafone.
      Il fatto è che difficile dimostrarlo in pratica perchè non esiste un documento, una registrazione che attesti quanto abbia detto quell’operatore.
      In ogni modo non paghi e faccia il reclamo con raccomandata a/r per contestare solo i costi di disattivazione che le venissero addebitati esponendo i motivi elencati nel precedente commento e citando il fatto che ha presentato il modello D all’Agcom.
      Saluti
      Antonio

      p.s.Se le fa piacere può seguirci su facebook
      e twitter.

  10. Va bene Antonio, farò sicuramente così.
    E la seguirò su facebook così la terrò aggiornata sugli sviluppi. Grazie ancora e a presto. Francesca

  11. Salve Antonio,
    ho potuto leggere solo ora la risposta…grazie mille davvero per questo servizio! Provvederò anch’io a a compilare il modello D e la terrò aggiornata!
    Grazie!
    Saluti
    Katia

  12. Salve a tutti, mi fa piacere sapere che ci sono altre persone che sono messe nella stessa identica situazione.Allora io ero con telecom da circa 10 e 15 anni, sono passata a teletu a febbraio 2009, contratto ADSL più linea telefonica. a luglio 2011 ho comprato casa quindi mi sono voluta togliere la rete fissa facendo la DISDETTA del servizio ADSL e la portabilità da fisso a vodafone.
    tutto fatto con raccomandata. tele tu mi ha contattato pochi giorni dopo la raccomandata e minacciato che se non tornavo cliente avrei pagato 40€ di disattivazzione per ogni servizio, bloccandomi poi anche il servizio di portabilità.
    ho pagato regolarmente tutte le fatture TRANNE il costo di disattivazione perchè da contratto non è indicato.
    ho telefonato più volte al call centere 1022, parlato con persone che mihanno detto mille cose diverse, ho restituito il modem come da contratto, tutto nelle regole, ora GENANIO 2012 mi arriva una lettera per la fattura non pagata dall’ufficio recupero credito di teletu telefono più volte per spiegazioni e mi viene SBATTUTO giù il telefono, mi hanno detto di chiedere di una dott.ssa che si fa negare al telefono.
    io non vogliono non pagare, ma solo capire e pagare il DOVUTO coem detto da call center cioè 40€ per adsl non 90€
    attendo ricontro grazie mille
    stefania

    • Salve Stefania,
      non ho capito se ha disattivato la linea oppure chiesto la migrazione verso Vodafone o fatto il trasloco della linea.
      La distinzione è importante perchè si applicano diverse disposizioni e diversi costi i cui importi sono fissati nelle tabelle riepilogative dei costi e pubblicate sulle pagine web dedicate alla trasparenza commerciale al fine di individuare, in relazione ai diversi servizi offerti, i pertinenti costi di recesso.

      Lei può contestare alla società di recupero crediti con raccomandata a/r nei tempi fissati dalla loro intimazione le seguenti eccezioni:
      In caso che lei avesse fatto la disattivazione della linea, l’importo dei 90€ a lei richiesto è superiore a quanto stabilito nella tabella riepilogativa dei costi fissati dall’operatore ai sensi della delibera n. 96/07/CONS dell’Autorità che è di 70€, pertanto paghi solo tale importo e contesti i 20€ .

      Nel caso di cambio di operatore ed essendo lei rimasta per 2 anni abbonata, contesti l’importo in base alle linee guida fissate dalla Direzione tutela dei consumatori dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che dispone che i costi di disattivazione addebitabili al cliente devono essere pertinenti alla fase di lavorazione del recesso.

      Se non le vengono accolte le sue richieste può promuovere un tentativo di conciliazione presso il corecom regionale.
      Per altre informazioni ci contatti nuovamente.
      Saluti
      Antonio

  13. Dunque il contributo mensile pagato dal febbario 2009 a settembre 2011 “tutto per te” era previsto telefono e ADSL.
    il telefono ho fatto la portabilità a vodafone con il codice migrazione e ADSL la disdetta per cessazione perchè ho in seguito attivato una chiavetta vodafone con una nuova sim da 5€.
    rettifico, l’importo è di 70+spese per la Ge.RI SRL società recupero per l’apertura pratica, ma l’operatore mi aveva detto 80€ 40 per ADSl e40 per il telefono???

    • Salve Stefania,
      l’operatore le ha detto 40 + 40 perchè secondo la tabella che le ho indicato nel precedente commento, la disattivazione del solo servizio adsl è di € 40 in ull e la migrazione per la voce ha il costo di 40€-
      Questo non combacia con i 70€ richiesti dalla società di recupero crediti.
      Nella fattura di addebito doveva essere scritto l’importo relativo alle diverse voci.

      Secondo me sono dovuti i 40€ della cessazione del servizio adsl e il residuo della somma è da contestare in quanto lei ha chiesto la portabilità del numero. Le ragioni per contestare i costi della migrazione sono elencate nel precedente commento dove si menzionano le linee guida.
      Saluti
      Antonio

  14. Salve io a settembre 2011 ho sottoscritto un contratto con teletu BOLLETTA UNICA TUTTO PER TE e la scadenza è prevista per il 19/09/2012, vorrei sapere se effettuo la migrazione ad un altro operatore quanto dovrei corrispondere a teletu? devo fare prima la disdetta 30 giorni prima e poi effettuare la migrazione ad un altro operatore? La ringrazio anticipatamente

    • Salve Davide,
      il costo della migrazione presso un altro operatore previsto da Teletu per la tariffa Bolletta unica è di 40€ e in aggiunta le rate mancanti del costo di attivazione dei 48€ iniziali.
      Per cambiare operatore prima contatti il gestore con cui vuole sottoscrivere l’abbonamento e successivamente quando la pratica è avviata, invii una disdetta all’operatore che ha lasciato, comunicando che effettua la migrazione e chiede la portabilità del numero.

      Le consiglio di scegliere l’operatore che le può offrire la copertura in ull perchè la gestione del servizio adsl è migliore, infatti il traffico è instradato attraverso le centraline di proprietà del gestore e non prese in affitto.
      Le ricordo che può effettuare il contratto di abbonamento on line, dal sito trovatariffe.
      Compilando il modulo, accede alla pagina di comparazione, dove sono elencati i vari abbonamenti di dodici operatori!
      Abbonandosi dal nostro sito ci permette di migliorare il servizio che comprende la comparazione delle tariffe e la possibilità di scaricare i modelli della disdetta, recesso e ripensamento.
      Saluti
      Antonio

  15. Salve,
    anch’io dopo quasi 2 anni di contratto con teletu, lo scorso ottobre ho chiesto la portabilità da teletu a Vodafone e mi è stato chiesto il pagamento di 40 euro in più del dovuto per il recesso. Al call center mi hanno detto che nella fattura di luglio avevano dato comunicazione di questa arbitraria modifica al contratto e la possibilità di rescindere dallo stesso. Non avendo pagato l’ultima fattura ho atteso comunicazioni ufficiali. Ho fatto l’errore di non contestare la fattura e pagare solo il dovuto. Ho atteso semplicemente una formale richiesta di pagamento via posta. Adesso ricevo richieste via sms e posta ordinaria di un agenzia di credito incaricata da taeletu. Che mi devo aspettare? Come comportarmi? Grazie,

    • Salve Norberto,
      può opporre alla società di recupero crediti gli stessi motivi che avrebbe potuto sollevare verso l’operatore.
      La contestazione deve essere fatta nelle forme richieste dalla società (termini e modalità per la presentazione).
      In caso di modifiche del contratto notificate al cliente, questi può recedere senza sostenere costi aggiuntivi entro 30gg. dalla notifica.
      Se non rientra in questa ipotesi contesti i costi di disattivazione in base al Decreto Bersani e alle lineee guida della Direzione tutela dei consumatori dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni
      Saluti
      Antonio

  16. Salve, La ringrazio per la risposta. Solo un chiarimento: per “notifica” si intende una raccomandata o basta non una semplice lettera in posta ordinaria? Perchè per il momento e che io ricordi non ho ricevuto alcuna raccomandata. Grazie ancora

  17. Salve
    sono stato contattato lunedì da Infostrada, e mi hanno proposto di attivare l’offerta da 19,95 € per un anno (+10 € una tantum), dicendo che 1-2 mesi prima della scadenza dell’offerta mi ricontatteranno per sapere se voglio proseguire con loro, oppure no. E’ quindi vero che passato un anno sarò liberò di scegliere altri gestori, oppure ci saranno dei costi?
    Io attualmente, da circa 10 anni sono passato da Telecom a Tele2 (ora TeleTu) e mi sono sempre trovato bene. Ho attiva l’opzione Tutto per Te nel 2007 (se non ricordo male) e pago 32,20 €/mese di abbonamento. Sono abbastanza restio a lasciare TeleTu, perchè non sono sicuro di trovarmi altrettanto bene e anche perchè leggo di costi di disattivazione, ritardi nell’attivare il passaggio, fatture che continuano ad arrivare.
    Posso chiedere un consiglio al riguardo?

    • Salve Roberto,
      Infostrada prevede dei costi per il passaggio di operatore che ammontano a 35€ e non ho mai sentito parlare del fatto che trascorso un anno il cliente può recedere senza pagare nessun costo. Credo che sia una formula ingannevole per attrarre dei clienti.
      I costi di disattivazione per passaggio di operatore da teletu sono di circa 40€ che gli abbonati di vecchia data possono contestare con racc. a/r motivando con quanto stabilito dal Decreto Bersani e le linee guida dei diritti del consumatore.

      Eventuali inconvenienti come ritardo nell’attivazione del servizio nel passaggio di operatore o guasti della linea ecc. sono casi occasionali che possono succedere e che il cliente ha diritto a far valere sottoforma di richiesto di indennizzo.
      E’ una delle finalità del sito trovatarife di fornire assistenza per i casi di malfunzionamento scaricando il modello con gli importi per i giorni di disservizio dalla pagina dei modelli

      Il consiglio che le posso dare è quello innanzitutto di simulare i suoi consumi con i costi di tutti gli abbonamenti compilando il modulo e così verifica quale tariffa le fa più risparmiare tenuto conto anche delle promozioni.
      Se ritiene che sia conveniente qualche tariffa, prima di sottoscrivere l’offerta verifichi di essere sotto la copertura in ull con l’operatore perchè le permette di avere un servizio migliore. Il controllo è possibile effetuarlo inserendo il numero di telefono sul profilo tariffario del sito istituzionale dell’operatore.
      Può accedere al sito istituzionale dal nostro portale seguendo i link degli operatori e sottoscrivendo on line l’abbonamento ha la possibilità di ricevere gli sconti riservati a chi si abbona dal web.
      Per altre informazioni ci contatti.
      Saluti
      Antonio

  18. Salve !! qualche mese fà ho disdetto il contratto teletù, e con mera meraviglia ricevo da parte di detta azienza una fattura di pagamento per l’avvenuta cessazione del sservizio, premetto che il servizio a mia disposizione era stato sottoscritto oltre due anni, fà, devo pagare questa somma che si aggira attorno alle settanta euro ???

  19. salve,
    sono stato cliente teletu per il periodo Gennaio 2009- dicembre 2011. a dicembre ho chiesto la chiusura del contratto e la liberazione della linea per il rientro in telecom. dopo 3 (tre!) tentativi falliti di rientro per codice di migrazione errato, a gennaio la linea è stata definitivamente cessata con perdita del numero telefonico, numero che possedevo da ben 32 anni. ora teletu chiede i costi di disattivazione della linea, ma oltre che non pagare questa penale vorrei anche procedere nei loro confronti per l’illecita gestione della linea e del numero. vi chiedo, gentilmente dei chiarimenti sulla procedura da seguire. Grazie mille

  20. Salve,sto avendo da qualche periodo dei disguidi con la TeleTu.Ho chiesto qualche mese fa la disdetta del servizio adsl,così da mantenere solo il servizio voce,mi è stato risposto “certo,attualmente la migliore tariffa è di 11 euro al mese,se vuole le blocco la promozione e poi appena le pratiche si saranno sbrigate le attiveremo il nuovo servizio,mandi la richiesta via raccomandata”.Gentilissimi,niente da dire.Se non fosse che non è andata proprio cosi!
    Mi chiedono di mandare un’altra raccomandata a distanza di un mese,identica alla precedente.
    Oggi mi chiama una tipa,tono abbastanza rigido,dicendomi “Come prevede la legge Bersani deve dare 40 euro per la disdetta adsl oppure 70 per uscire e cambiare operatore,stava scritto in una bolletta questo cambio di contratto.Ormai è attivo da 1 mese quindi è obbligato a pagare”…

    Che devo fare?

  21. Salve il 29 febbraio 2012 alle 01:20 mi aveva risposto che per lasciare teletu e migrare a un altro operatore il costi previsto da Teletu per la tariffa Bolletta unica è di 40€ e in aggiunta le rate mancanti del costo di attivazione dei 48€ iniziali. ora nella Vs risposta del 1 aprile vedo che i costi di disattivazione per passaggio di operatore da teletu sono di circa 40€ che gli abbonati di vecchia data possono contestare con racc. a/r motivando con quanto stabilito dal Decreto Bersani e le linee guida dei diritti del consumatore. Io sono un abbonato dal settembre 2011 e l’offerta è valida x un anno quindi a settembre 2012 farà la disdetta…devo pagare le 40 euro o le posso contestare?

    • Salve Davide,
      la contestazione la può sempre fare ma occorre vedere se l’operatore accoglie la richiesta.
      Come le avevo scritto nella precedente mail ci sono le rate mancanti che dovrebbe pagare nel caso di recesso prima dei 24 mesi.
      La contestazione la può fare per i costi di disattivazione motivando in base alle norme previste dal Decreto Bersani e alle linee guida della Direzione tutela dei consumatori dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.
      Saluti
      Antonio

  22. quindi in pratica la contestazione prevista anche da un decreto la si puo fare pero bisogna sperare che l’operatore accoglie la richiesta…se è previsto perchè mai dovrebbero rifiutarsi?! c’è un modulo che si puo compilare x inviare questa contestazione? GRAZIE

    • Gli operatori possono rigettare il reclamo in base alle clausole del contratto da loro redatto che prevede un vincolo di durata illimitata.
      Il cliente che recede è tenuto in base al contratto al pagamento dei costi sostenuti dall’operatore. L’interpretazione che alcuni danno è che trascorso un periodo di tempo sufficiente a che l’operatore si sia rifatto dei costi dell’attivazione il cliente può recedere dal contratto di durata illimitata per cambiare operatore senza il pagamento dei costi di disattivazione.
      Non ho un modello già preparato comunque i riferimenti normativi sono quelli che ti ho elencato nella risposta precedente.
      Saluti
      Antonio

  23. Salve,

    ho fatto cambiare a mia madre l’operatore telefonico.
    Da TeleTu a Tiscali.

    Oggi l’ha chiamata TeleTu chiedendole 40€ di costo di disattivazione.

    E’ normale che succeda?

    Grazie.

    • Salve David,
      la richiesta dei 40€ corrisponde all’importo del passaggio di operatore, ciò che invece non è usuale è che venga contattato l’utente telefonicamente.
      Forse sarà stato un modo per dissuadere il cliente dal cambiare operatore, informandolo dei costi per il passaggio.
      Se il contatto telefonico è stato a titolo informativo non si ravvisa una scorretezza da parte di teletu se è stato fatto con un tono minaccioso o con raggiri può informare l’Autorità con l’apposito modello D da inviare per email al seguente indirizzo denunce_ugsv@cert.agcom.it allegando un documento di identità nell’ipotesi che non si utilizzasse la casella di posta certificata.
      Saluti
      Antonio

  24. Buonasera Antonio,
    le scrivo perchè anche io ho avuto un problema con teletù. Il 9 gennaio 2012 sono migrata da infostrada a teletù scegliendo l’offerta “Tutto Compreso”. Tale offerta includeva l’Adsl, servizio mai usato dato che possiedo un modem alice, che ho scoperto essere incompatibile con il servizio offerto da teletu (questo ovviamente non mi era stato detto in fase promozionale). A causa del protrarsi dell’attesa per la ricezione del nuovo modem teletù, e non potendo fare a meno di internet, ho provveduto a ritornare al vecchio operatore in data 2 febbraio 2012 (con cui il modem alice funzione benissimo). Teletù adesso mi chiede costi di attivazione e disattivazione per un totale di 100,07 Euro (ora diventati 129,11 secondo la Ge.ri.). Non ritengo sia giusto pagare per un disservizio, comunque cosa mi consiglia di fare?
    Grazie,
    Manuela

    • Salve Manuela,
      se ha mandato la disdetta a Teletu esercitando il diritto al ripensamento entro 10 gg. dalla registrazione vocale può opporre alla Ge.ri. l’avvenuto ripensamento.
      In alternativa potrebbe opporre alla società la mancata attivazione del servizio per assenza del modem in comodato. E’ un tentativo quest’ultimo che vale la pena provare anche se avrebbe dovuto presentare il reclamo per il disservizio prima di procedere al rientro in telecom.

      Per presentare opposizione alla Ge.ri. deve inviare una raccomandata nei tempi da loro stabiliti.

      Saluti
      Antonio

  25. Buongiorno,
    vedo che questo blog è un pò datato ma la problematica sempre attuale.
    Anch’io ho migrato il mio numero da teletu ad un altro operatore, ma oltre a vedermi addebitate le spese di disattivazione mi sono state ancghe addebitate tutte le rate del contributo di attivazione residue, dato che non erano ancora passati i 2 anni sui quali dovevano essere spalmate, colevo chiedervi è corretto? Grazie

    • Salve Benedetto,
      Il blog trovatariffe ha puntato maggiormente sui contenuti con continui aggiornamenti, l’ultimo del quale riguarda l’articolo di Teletu sul quale hai esposto la tua opinione.
      Se per datazione ti riferisci ad altri aspetti facci sapere.

      Le promozioni sono regolamentate dalle condizioni contrattuali esistenti al momento della stipula dell’abbonamento.
      Sono previste penali per il recesso anticipato che corrispondono al pagamento residuo delle rate mancanti. A tale importo sono poi da aggiungere i costi per il passaggio di operatore.
      Può trovare maggiori informazioni sull’argomento nella carta dei diritti del consumatore nel settore delle telecomunicazioni elettroniche redatto dall’Agcom.
      Saluti
      Antonio

  26. pagavo il ca none a Telecom da 3 anni e le telefonate a Teletu da piu’ di due anni. Il 29 giugno 2012 sono migrato a Vodafone mantenedo los tesso numero . Ora Teletu mi chiede 30 Euro per disattivazione . E’ regolare . Contattata Teletu mi ha detto che il decreto Bersani prevede tale spesa . Sara’ vero? Qualcuno mi chiarisce cortesemente ? grazie

    • Salve Claudio e Wally,
      ogni operatore è tenuto a pubblicare sul sito i costi di disattivazione e di migrazione in ottemperanza ad una Delibera dell’Agcom.
      La pagina deve esere di facile accessibilità e sotto la dicitura trasparenza.
      Dovete individuare il tipo di contratto che avevate con Teletu, credo che fosse in cps con telecom, e confrontare la cifra richiesta con la tabella dei costi fissati da Teletu.
      In caso di migrazione il servizio voce in cps deve essere disattivato, in quanto l’operatore principale è telecom e ciò comporta una spesa per Teletu che scarica la spesa sul cliente.
      Saluti
      Antonio

  27. Anche per me la stessa identica situazione, addio a Telecom +Teletu per navigare, e passaggio a Vodafone, con richiesta di 30 euro di disattivazione. Ad una veloce lettura il contratto non ne parla.

1 2

Lascia un commento

Register New Account
Reset Password