Ryan-air contro i siti di comparazione on line

edrems-ryanairPresa di posizione ufficiale da parte di Ryan-air, la compagnia di volo low cost, contro Edreams, il sito di comparazione di biglietti aerei.
La questione attiene ai prezzi maggiorati dei biglietti aerei venduti a nome della compagnia aerea dal sito web di confronto.

Dopo aver ricevuto le lamentele di passeggeri che hanno sopportato dei costi più alti di quelli previsti inizialmente, i vertici della compagnia irlandese hanno messo in guardia i consumatori italiani.

Infatti secondo il manager Kenny Jacobs “I consumatori italiani continuano ad essere tratti in inganno dalla pubblicitá di tariffe Ryanair che non esistono sul sito di eDreams, che inganna i consumatori i quali cosí prenotano voli a prezzi gonfiati e pagano altri costi ed oneri nascosti.”

Il comunicato così continua:
“Ryanair è stata impegnata in diverse cause legali contro i siti web screenscraper in tutta Europa per evitare che i propri clienti siano sottoposti a costi ed oneri extra e per garantire che Ryanair abbia le appropriate informazioni di contatto per comunicare con i propri clienti. Molti di questi siti web continuano a causare problemi ai clienti Ryanair e/o non riescono/si rifiutano di trasmettere informazioni di vitale importanza per i clienti e per Ryanair per quanto riguarda questioni come i cambiamenti di volo, il check-in on-line, l’assistenza ad esigenze speciali e i dettagli di contatto, che hanno portato alla perdita di voli e a ripetuti problemi per i clienti.”

La replica di Edreams non si è fatta attendere.
Il Ceo Dana Dunne difende il modello di business dell’azienda che consente agli utenti di vedere tutta l’offerta presente sul mercato, decidere il momento in cui partire e il prezzo da spendere.
Alcune Compagnie potrebbero non apprezzare che i clienti vedano tutta l’offerta e decidano poi di volare con un concorrente. E’ ciò che la società Edreams ha deciso di fare per i propri clienti.”

Vi è comunque nell’intervento di Edreams la volontà di trovare un accordo sulla questione. Al momento sembra che la replica non sia accolta positivamente dalla compagnia Iralndese che rimane ferma sulle sue posizioni.

Quale è la tua opinione in merito?

Lascia un commento

Register New Account
Reset Password