Provvedimento sanzionatorio dall’Antitrust alla Telecom

13

maggio

schema-risorse-Telecom
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha inflitto una multa del totale di 103 milioni alla Telecom per abuso di posizione dominante nella infrastruttura di rete.
La decisione è stata presa a seguito dell’istruttoria avviata per iniziativa di Wind e Fastweb che avevano segnalato nel 2010 dei presunti comportamenti anticoncorrenziali da parte della Telecom riguardanti la mancata disponibilità delle risorse di rete da destinare agli operatori concorrenti e l’adozione di sconti sulle rete business da parte dell’incumbent a danno delle offerte proposte agli olo.

Nell’esaminare le richieste degli OLO l’Autorità ha avviato una serie di analisi diretti a valutare le attività di delivery e ha comparato i prezzi applicati da Telecom all’ingrosso per la vendita dei servizi ad altri operatori e i prezzi per la fornitura dei servizi alle proprie divisioni commerciali.



La Telecom in quanto proprietaria della rete di accesso costituita dai collegamenti fisici in rame che consentono la connessione tra le sedi dei clienti e le centrali denominati stadi di linea (ultimo miglio) concede agli olo attraverso la vendita all’ingrosso, l’uso di gestire le diverse tipologie di accesso alla rete dei clienti.
Per effetto della riorganizzazione delle strutture gestionali interne all’ex monopolista è stata affidata alla divisione NWS il ruolo attivo nel determinare l’esito delle richieste di attivazione che possono concludersi negativamente “KO” senza contattare altre strutture interne.

Nel provvedimento l’Autority ha rilevato come siano stati elevati il numero dei “KO” disposti dalla divisione, tale da impedire “l’espansione della base clienti dei concorrenti“.

Per gli sconti applicati dalla Telecom all’utenza business, prendendo come riferimento il periodo 2009-2011, è stato rilevato una politica commerciale di sconti capace di comprimere i margini dei concorrenti determinandone l’esclusione dal mercato.

L’acquisizione dei clienti nel settore business rappresenta per gli Olo un obiettivo importante per il raggiungimento delle economie di scala necessarie per coprire i costi del servizio di unbundling che prevede un livello elevato di costi fissi.

L’Autorità ha comminato per tale condotta una multa di circa 15 milioni che tiene conto di un’aggravante connessa alla recidiva.

La sanzione comminata alla Telecom si aggiunge al provvedimento in materia di regolamentazione del mercato emanato dalla Corte di Appello lo scorso marzo per una fattispecie mai prima d’allora applicata in Italia di “Private enforcement”.



Articoli correlati:
Telecom condannata a risarcire Okcom
Aumento del canone della Telecom

Rispondi

nowtv
petizione
modello-smartphone tabelle mobile
vers. Amazon Ebay
Iphone 7 32 GB
685,00

bottonedue
698,00

bottonedue
Iphone 7 128 GB
793,00

bottonedue
789,00

bottonedue
Iphone 7 256 GB
912,00

bottonedue
1.099,99

bottonedue
Iphone 7 plus 32 GB
899,00

bottonedue
948,00

bottonedue
Iphone 7 plus 128 GB
1.200,00

bottonedue
1.098,00

bottonedue
Iphone 7 plus 256 GB
1.250,00

bottonedue
1.099,00

bottonedue
 
Operatore e
tariffa
Costo Oggetto
logo Operatore
WindHome Infostrada
5,00Esclusiva web: Attivazione gratuita dettagli qui
logo Operatore
Tim Smart Casa
19,90Esclusiva web:sconto per 6 rinnovi
poi 29.90 per 12 rinnovi dettagli
logo Operatore
Internet + Telefono + Mobile
39,00incluso abb. per 18 mesi a un servizio digital

Devi scegliere una tariffa Adsl o telefonica e non sai quale sia la più conveniente per te?
Allora sei nel posto giusto!
Il nostro obiettivo è aiutarti a scegliere la tariffa più adatta alle tue esigenze e permetterti di risparmiare il più possibile sulla bolletta telefonica.
Ti basta Cliccare sul modulo in alto e compilare il questionario per avere un preventivo con tutte le tariffe.

 
modelli
rss