Consigli per gli acquisti dei frigoriferi

energetica
Il frigorifero è un elettrodomestico irrinunciabile, parte fondamentale della cucina.

La preparazione e la conservazione delle pietanze sarebbero difficili a farsi senza ricorrere al frigorifero che è un elemento imprescindibile nei lavori tra i fornelli.
Con l’evoluzione della tecnologia i modelli sono diventati più funzionali e con minore impatto ambientale.
Ad accellerare lo sviluppo dei prodotti verso il rispetto dell’ambiente ha contribuito l’Unione Europea che ha disposto una classificazione degli elettrodomestici in base al consumo energetico raggruppandoli in classi di efficienza energetica A+, A++, A+++.
In tal modo gli utenti finali sono informati sul consumo di energia e possono fare una scelta che tiene conto del risparmio economico e delle risorse ambientali.

Guida alla scelta del frigorifero

Prima di scegliere un modello occorre fare una valutazione sulle proprie abitudini che possano indirizzare al tipo che soddisfi le personali esigenze.
La capacità di carico inteso come lo spazio espresso in litri utilizzabile all’interno, è il primo criterio a cui bisogna attenersi per individuare la dimensione adatta al nucleo familiare.

Approssimativamente la proporzione è la seguente:

1 persona 100 – 150 litri;
2-4 persone 220-280 litri;
più di 4 persone 300 litri e oltre.

La suddivisione degli scompartimenti interni può variare in relazione al modello di Frigo:
– ad una porta;
– a due porte;
– a più porte con diverse modalità di conservazione.

La classe energetica
Le informazioni sulle caratteristiche del frigorifero sono reperibili sull’etichetta energetica, una sorta di “carta di identità” in dotazione all’elettrodomestico.
In esso si possono trovare l’identificazione dell’apparecchio, il nome o il marchio del costruttore, il nome del modello, le classi di efficienza energetica, la classe di appartenza dello specifico modello e il consumo di energia in kWh/anno.

Nella parte bassa dell’etichetta i pittogrammi riportano:
‒ la capacità in litri degli scomparti per la conservazione dei cibi freschi;
‒ capacità in litri degli scomparti per la conservazione del cibo congelato e la congelazione;
‒ il rumore emesso, in decibel.

A seconda della classe di appartenenza si possono avere notevoli risparmi in termini economici come esaminato nella tabella elaborata dall’Enea che prende in esame un frigocongelatore di libera installazione da 300 litri:
tabella
Scegliendo quindi un modello in classe “A+++” potremo spendere per l’energia elettrica meno della metà di quanto spenderemmo con un modello A.

Si tratta di esami provenienti da analisi di laboratorio basate sul prezzo dell’energia elettrica a 0,18 Euro/kWh.
Il consumo reale diverge per diversi fattori quali la posizione dell’elettrodomestico e le condizioni di utilizzo, le ripetute aperture infatti favoriscono la dispersione e accentuano il consumo di energia.

Dove acquistare

Acquistare on line è nella maggior parte dei casi economicamente più conveniente.
Le stesse grandi catene di distribuzione nel settore dell’elettronica riservano maggiori sconti alle vendite on line senza far venir meno i servizi accessori della vendita in negozio come la consegna gratuita, la possibilità di ritiro gratuito dell’usato e l’estensione della garanzia sul prodotto con un sovrapprezzo.

Unieuro concede oltre ai suddetti servizi un risparmio variabile dal 20% al 35% circa su molti prodotti venduti on line.
Sui frigoriferi lo sconto varia in base al modello scelto tra i marchi disponibili Samsung, Lg, Indesit, Hotpoint, Bosch, Haier, Beko, Ignis, Candy, Whirlpool.

Individuato il prodotto si può decidere di pagare tramite diverse opzioni: carta di credito, paypal, bonifico bancario e recentemente apple pay o in contrassegno.
Vale per gli acquisti on line il diritto di recesso entro 14 gg. dal ricevimento del prodotto.
Puoi consultare i frigoriferi di Unieuro a questa pagina

Quale è la tua opinione in merito?

Lascia un commento

Register New Account
Reset Password