Come potranno risparmiare le imprese con il Durc

durc
Un altro passo in avanti è stato fatto nel processo di digitalizzazione della Pubblica amministrazione con l’informatizzazione del Durc.
Il certificato di regolarità contributiva delle Imprese, in breve Durc, rilasciato dagli enti previdenziali a cui spetta il compito di controllare il regolare versamento dei contributi ai lavoratori subordinati, ai collaboratori e ai lavoratori autonomi diventa di semplice accessibilità con la nuova procedura di rilascio avviata dal primo luglio.

Per via telematica con un semplice click e in tempo reale si potrà ottenere il certificato che avrà validità di 120 gg. e per ogni finalità richiesta dalla legge:
erogazione di sovvenzioni, contributi nell’ambito delle procedure di appalto, partecipazione agli appalti pubblici e nei lavori privati dell’edilizia e di rilascio dell’attestazione SOA.
antonio



Sarà inoltre possibile utilizzare un DURC ancora valido, sebbene richiesto da altri soggetti, scaricabile liberamente da internet.
I vantaggi derivanti dal nuovo procedimento on line si individuano nella riduzione dei tempi di rilascio, il precedente iter richiedeva fino a 30 gg. di attesa e nella semplificazione della richiesta del certificato che consente alle Imprese di chiedere il certificato direttamente senza rivolgersi ad intermediari abilitati.

Avere una buona connessione adsl diventa un requisito indispensabile per svolgere tale attività ed inoltre avvalendosi della consulenza del sito Trovatariffe, compilando il questionario, si possono consultare le promozioni e le tariffe adeguate alle proprie esigenze lavorative.

Secondo il Ministero del lavoro con il rilascio on line del Durc viene stimato un risparmio di 100 milioni di euro così suddiviso:

risparmi per le PP.AA.: l’informatizzazione consente di risparmiare sull’utilizzo del personale adibito all’attività di verifica ed ai tempi di gestione degli appalti e dei pagamenti;

risparmi per i soggetti tenuti al rilascio del DURC: INPS, INAIL e Casse edili utilizzeranno meno risorse umane addette alla verifica della regolarità contributiva;

risparmi per le aziende: i vantaggi per le aziende si otterranno dalla riduzione del tempo speso dal proprio personale nelle pratiche di rilascio del DURC – che, in quanto fortemente semplificate, potranno essere svolte anche senza l’ausilio di intermediari – sia in relazione ad una maggiore speditezza dell’amministrazione.

Per valutare la nuova procedura di rilascio occorrerà tuttavia attendere che venga completata la fase di transizione necessaria per il passaggio al nuovo sistema di informatizzazione.
antonio



Quale è la tua opinione in merito?

Lascia un commento

Register New Account
Reset Password